Reggio intitola una piazza a Kobe Bryant e a sua figlia Gianna

Kobe-Bryant-Last-Day

Il Comune di Reggio Emilia intitolerà una piazza al campione di basket Nba, Kobe Bryant e a sua figlia Gianna. L’inaugurazione si terrà martedì a mezzogiorno, nel giorno del primo anniversario della loro morte, il 26 gennaio scorso, nel tragico incidente in elicottero a Calabasas, in California, negli Stati Uniti.

Lo spazio – che prenderà il nome di Largo Kobe e Gianna Bryant – si trova proprio vicino al palazzetto dello sport di via Guasco, dove gioca la Pallacanestro Reggiana nel campionato di Serie A di basket.

Squadra, allora denominata Cantine Riunite, in cui militò negli anni ’80-’90 il padre di Kobe, Joe Bryant mentre il piccolo Kobe dall’89 al ’91 faceva già canestri su canestri nelle giovanili del club biancorosso. Nello stesso spazio è stato inoltre piantato un gingko biloba, sempre dedicato al cestista, scomparso a 41 anni, e a sua figlia che aveva 13 anni.

L’iniziativa, realizzata col patrocino dell’ambasciata Usa in Italia, vedrà scoprire una targa e contemporaneamente verrà aperta una mostra fotografica all’aperto con maxi immagini dedicate a Bryant. Infine alle 18 dello stesso giorno al PalaBigi, il cestista reggiano Niccolò Melli, oggi ala dei New Orleans Pelicans in Nba e il capitano della nazionale italiana di basket, Gigi Datome, assieme ai protagonisti dei podcast, racconteranno il legame di Kobe Bryant con Reggio Emilia. Lunedì e martedì sia la fontana di fronte al teatro Valli in centro città e gli archi dei ponti di Santiago Calatrava, saranno illuminati di giallo e viola, i colori dei Los Angeles Lakers, squadra con cui il ‘Black Mamba’ ha scritto la storia della palla a spicchi.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu