Pedaggi autostrade, anche sulla Cisa si pagherà di più

autocisa_art

Dove si pagherà di più – Rincari per Autovia Padana, che gestisce 105,5 chilometri (1,8% della rete autostradale, l’1,18% del traffico) con +0,1%; di Salt – Tronco AutoCisa, che gestisce 101 chilometri (1,72% della rete autostradale, 2,24% del traffico), con +1,86%; di Autostrada dei Fiori – Tronco A10, che gestisce 113,3 chilometri (1,93% della rete, 1,46% del traffico) con +0,71%; di Tangenziale di Napoli, che gestisce 20,2 chilometri (0,34% della rete, 0,55% del traffico) con +1,82%; di Rav, che gestisce 32,4% chilometri (0,55% della rete, 0,1% del traffico) con +6,32% ma che è un rincaro che viene sospeso per tutto il 2019 ai residenti pendolari con telepass.

Aumenti anche da parte di Sitaf (Barriera di Avigliana e Salbertrand), che gestisce 82,5 chilometri (1,41% della rete, 0,43% del traffico) con +6,71%; di Autostrada dei Fiori Tronco A6 To-Sv, che gestisce 130,9 chilometri (2,23% della rete, 1,1% del traffico) con +2,22%; di Cav, che gestisce 74,1 chilometri (1,26% della rete, 2,18% del traffico) con +2,06%; di Pedemonatana Lombarda, che gestisce 41,5 chilometri, con +1,2%; di Teem, che gestisce 33 chilometri, con +2,2% ma con sconti del 20% per tutto il 2019; Bre.Be.Mi, che gestisce 62,1 chilometri con +4,19%.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu