Ue gela l’Italia: crescita Pil solo 0,2%

bruxelles_art

Cala allo 0,2% la stima di crescita del Pil dell’Italia nel 2019. E’ quanto emerge dalle previsioni di inverno della Commissione europea che a novembre aveva stimato una crescita del Pil italiano all’1,2%.

L’Italia, secondo l’esecutivo Ue, è l’ultimo paese dell’Unione Europea per crescita del Pil sia nel 2019 sia nel 2020. Gli altri paesi della zona euro staccano l’Italia in modo sostanziale. Italia frena per calo investimenti e incertezza “L’economia italiana ha cominciato a perdere slancio all’inizio del 2018”, ed è finita in contrazione nella seconda metà, col Pil “calato di 0,2% negli ultimi tre mesi”.

Ma mentre la frenata iniziale era “largamente dovuta al commercio mondiale meno dinamico, il recente allentamento dell’attività economica è dovuto a una domanda interna pigra, in particolare su investimenti”, mentre pesa “l’incertezza legata alla policy del Governo e l’aumento dei costi di finanziamento”. Lo scrive la Commissione Ue.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu