Tempi burocrazia e costi sostenibili: convenzione tra Inps e Consiglio Notarile di Reggio

convenzione

Surroga dei mutui concessi dall’Inps e afferenti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali, rinnovi di ipoteca, valutazione della conformità degli immobili e tutela delle parti, con l’indicazione di tempistiche certe e a costi sostenibili: questi, in estrema sintesi, alcuni degli elementi centrali della Convenzione che sancisce una più stretta collaborazione tra INPS e Consiglio Notarile di Reggio Emilia.

Sottoscritto presso al sede del Consiglio Notarile dalla Presidente dei notai reggiani Maura Manghi e dal Direttore della sede provinciale INPS Francesco Cimino, l’accordo nasce dal riconoscimento, da parte dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, dei notai quale categoria che, per la riconosciuta qualificazione professionale e la peculiare connotazione pubblicistica, è in grado di fornire le più ampie garanzie di efficienza, competenza ed imparzialità.

Il documento, che specifica nel dettaglio numerosi punti di interesse per i cittadini ed è stato concepito al fine di rendere più efficiente e celere disbrigo degli adempimenti, è altresì improntato ai criteri di trasparenza e rotazione degli incarichi, affidati di volta in volta a un diverso notaio indicato all’Istituto dal Consiglio Notarile, con criteri di remunerazione nel rispetto dell’interesse generale connesso all’equilibrio di bilancio e all’economicità di gestione dell’ente.

“Riteniamo che procedure trasparenti, in tempi certi e con costi sostenibili rappresentino lo strumento migliore per poter semplificare la vita di quei cittadini che hanno rapporti con INPS rispetto a questioni di carattere immobiliare – commentano la Presidente Manghi e il Direttore Cimino – rispetto alle quali siamo consapevoli di quanto la maggiore rapidità ed efficienza possibile nel disbrigo delle pratiche siano elementi centrali di tutto il processo. Con questo Protocollo, INPS e notai di Reggio Emilia semplificano e rendono più snella la burocrazia, a vantaggio dell’intera collettività. Crediamo sia un passo avanti sulla strada di un rapporto sempre più sereno e soddisfacente tra cittadini e istituzioni”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu