A Reggio si presenta Unione Popolare di De Magistris: la vera sinistra siamo noi

unione_popolare

Priorità al salario minimo, allo stop al caro bollette e alla transizione ecologica, tutela e ripubblicizzazione dei Beni Comuni.

Oggi Unione Popolare ha presentato a Reggio Emilia al Chiostro della Ghiara le candidate e i candidati alla camera e al senato della circoscrizione Reggio-Parma-Piacenza-Modena.

Tra i punti salienti di Unione Popolare il salario minimo con 10 euro «perchè nessuno sia costretto ad essere povero lavorando» e «sì al reddito di cittadinanza ma con maggiori controlli e con politiche attive per il lavoro». E ancora «stop al caro bollette a partire dalla lotta alla speculazione delle compagnie energetiche tassando al 90% gli extraprofitti e stop all’invio di armi in Ucraina e al riarmo del paese che sottrae risorse a scuola e sanità».

A presentarsi alla platea reggiana:
Natale Cuccurese presidente del Partito del sud e candidato all’uninominale per la Camera a Reggio Emilia Natale Cuccurese da cui è arrivato un «un secco no anche all’autonomia differenziata voluta dalla Lega e sdoganata in Emilia-Romagna dal Presidente Bonaccini che va a braccetto con Zaia»; Andrea Bui, del coordinamento nazionale di Potere al Popolo, già candidato sindaco a Parma e capolista alla Camera nel collegio Piacenza-Parma-Reggio Emilia.
Ha ribadito che «il voto utile è un giochino sempre più logoro e dopo vent’anni di questa litania il risultato è che cambiano solo i nomi dei barbari da evitare ma le politiche restano sempre le stesse» esprimendo una forte critica alla legge sull’ urbanistica dell’Emilia Romagna a causa della quale siamo al terzo posto in Italia per consumo di suolo.
Alberto Montelaghi membro della segreteria regionale del Partito della Rifondazione Comunista che sottolinea << a chi ci chiede dove pensiamo di trovare le risorse per tutte le nostre proposte: i soldi si possono trovare favorendo la spesa pubblica senza la quale non c’è crescita, l’austerità non favorisce l’economia e il benessere >> Paola Varesi. Cosegretaria regionale del Partito della Rifondazione Comunista, Capolista al plurinominale per il Senato, lavora nel settore museale dove si occupa di storia del secondo novecento, e in particolare di storia della Resistenza, e ha ribadito come «Unione Popolare fa dell’antifascismo e della difesa e attuazione della Costituzione una delle sue connotazioni principali da perseguire ogni giorno e non solo in campagna elettorale».

Stefano Lugli segretario regionale del Partito della Rifondazione Comunista candidato al Senato viviamo in Italia una situazione economica la più disastrosa dal secondo dopoguerra: il governo Draghi ha investito 13 miliardi di euro per portare le spese militari al 2% del PIL sottraendole alla scuola e alla sanità: l’economia di guerra sottrae risorse ai servizi per i cittadini e peggiora la qualità della vita. Noi diciamo STOP ai finanziamenti alla guerra.

CANDIDATI UNIONE POPOLARE CAREMA 01
(Province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia)
PLURINOMINALE
BUI Andrea
CRISTALLI Mariagrazia
MONTELAGHI Alberto
ANTINORI Maria Elena
UNINOMINALE
Collegio uninominale n. 01 – Piacenza
ANELLI Elena Maria
Collegio uninominale n. 02 – Parma
VARATTA Antonio
Collegio uninominale n. 03 – Reggio Emilia
CUCCURESE Natale



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu