L’appello di 5 parti ti reggiani: Senato blocchi l’aumento per le spese militari

partiti_aumento

Miliardi di ragione per la pace, non miliardi di euro per la guerra. Il Senato blocchi l’aumento per le spese militari.
Coalizione Civica, Europa Verde, Sinistra Italiana, Potere al Popolo e Possibile chiedono ai senatori reggiani di non votare l’aumento per le spese militari.

38 miliardi di euro l’anno, più di 100 milioni al giorno: è questa la proposta, già approvata a larghissima maggioranza alla Camera su impulso della Lega e votata molti parlamentari PD, che chiede al governo di portare al 2% del PIL i costi della difesa, con un incremento di ben 13 miliardi.

Un appello corale firmato Sinistra Italiana, Possibile, Potere al Popolo, Europa Verde con i consiglieri di Coalizione Civica Dario De Lucia e Fabrizio Aguzzoli: “Proprio mentre vediamo le devastazioni della guerra urgerebbe cambiare punto di vista: il riarmo costante di questi anni ha portato ad un aumento della violenza e dell’insicurezza a livello globale, mentre l’enorme spesa militare dovrebbe essere dirottata su altre voci: dalla salute alla scuola, dal welfare alla transizione ecologica, rafforzando, in un momento buio come questo in maniera strutturale anche l’accoglienza, come ponte verso un mondo dove tutte e tutti possiamo vivere senza insicurezze. Il Senato è ancora in tempo per bloccare questa follia, lo faccia, senza esitazioni, chiediamo ai senatori reggiani di votare conto a questo provvedimento.”



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu