A Ferrara sette nuclei familiari sfollati per il maltempo degli ultimi giorni

bomba acqua a Ferrara

A Ferrara sono sette le famiglie evacuate a causa dell’eccezionale ondata di maltempo degli ultimi giorni, che ha scaricato sulla città estense in poche ore circa 90 mm di pioggia, pari a circa la metà delle precipitazioni di tutto il 2021.

A tutte le persone che hanno dovuto abbandonare temporaneamente le proprie abitazioni è stato offerto un alloggio alternativo, anche se in alcuni casi i diretti interessati hanno trovato accoglienza presso amici e parenti.

A Boara, località del comune di Ferrara, a causa del forte vento la gru in servizio in un cantiere di ristrutturazione edile è caduta su alcune villette a schiera e alcuni appartamenti vicini, rendendone alcuni inagibili. Cinque famiglie sono state sfollate: dieci persone (tre nuclei familiari) sono attualmente alloggiate all’hotel Touring di Ferrara, mentre altri due nuclei sono stati ospitati da parenti che si sono resi disponibili. Nelle ultime ore, inoltre, un’altra famiglia è stata evacuata da una palazzina di piazzetta dei Combattenti a causa dell’allagamento dei locali provocato dalla bomba d’acqua che si è abbattuta sulla città: la donna, assieme alla figlia di 16 anni, è stata collocata al B&B Hotel di Ferrara.

In seguito all’ordinanza che ne ha dichiarato inagibile l’abitazione, infine, un nucleo di quattro persone (due genitori con due bambini) residente in via Magenta è stato trasferito in una foresteria a Cona.

Nel caso di Boara la gru crollata è stata posta sotto sequestro dalla procura di Ferrara per accertamenti: i lavori di ripristino degli edifici danneggiati, dunque, potranno iniziare soltanto dopo che sarà disposto il dissequestro. Negli altri casi, invece, il ritorno a casa delle famiglie sfollate potrà avvenire al termine degli interventi di sistemazione degli appartamenti danneggiati, che dovranno ottenere una certificazione che attesti l’agibilità dei locali.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu