Tragedia al Lago Mesca, 58enne reggiano morto per un malore durante una passeggiata

Soccorso Alpino elisoccorso

Nella mattinata di martedì 18 agosto si è trasformata in tragedia la passeggiata di un uomo di 58 anni, che è morto dopo aver accusato un malore durante il tragitto a piedi verso il lago Mesca.

La vittima, lasciata la macchina a Succiso Nuovo, ha imboccato il sentiero Cai 655 che conduce al lago assieme alla cognata e alla suocera: arrivati quasi in prossimità del bacino naturale, a quota 1.500 metri, l’uomo ha accusato un malore e si è accasciato a terra privo di conoscenza.

La cognata ha avvisato immediatamente il 118, che ha inviato sul posto l’ambulanza, l’elicottero del 118 decollato da Pavullo nel Frignano (dotato di verricello e con a bordo un tecnico di elisoccorso del Cnsas) e la squadra del Soccorso alpino e speleologico della stazione Monte Cusna.

Il primo ad arrivare sul posto è stato l’elicottero, che è riuscito ad atterrare a una cinquantina di metri dal luogo indicato dalle due donne. Il personale sanitario ha iniziato subito la manovra di rianimazione cardio-polmonare sull’uomo, che è si protratta per molti minuti, purtroppo senza esito: il medico dell’elicottero non ha potuto fare altro che constatare il decesso del 58enne.

In quel momento anche la cognata e la suocera della vittima hanno accusato un malore e sono state portate con l’elicottero al campo sportivo di Succiso Nuovo, dove sono state affidate alle cure del personale sanitario dell’ambulanza del 118. Subito dopo l’elicottero è ritornato sul luogo della tragedia, ha recuperato la salma del 58enne con il verricello e l’ha portata al campo sportivo di Succiso Nuovo, dove erano già presenti i carabinieri e i vigili del fuoco.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu