Tentano la cima del Corno alle Scale il 1° dell’anno, salvate dal Soccorso

corno_a

Nella giornata di ieri primo gennaio due ragazze sono andate a fare un’escursione al Corno alle Scale. Partite dl rifugio Sega Vecchia, frazione di Pianaccio nel comune di Lizzano in Belvedere hanno imboccato un sentiero CAI 119, conosciuto anche come “Poggio Mezzo”. Si tratta di un sentiero molto lungo e impegnativo.

Le due ragazze, una di 28 anni residente a Lecce studente all’università di Bologna e un’altra di 29 anni residente a Vergato, si sono incamminate verso la cima del Corno. Dopo aver percorso un lungo tratto di sentiero, ormai fuori dalla vegetazione, una di loro ha iniziato ad avere difficoltà a proseguire. Le due escursioniste si sono fermate e hanno chiesto aiuto. Sono circa le 15.00 e il 112 di Vergato attiva il CNSAS, stazione Corno alle Scale.

Sul posto si recano due squadre, una che parte dal Rifugio Sega Vecchia, percorrendo in salita il sentiero 119. Un’altra squadra parte dalla zona della Nuda e scende verso valle. Le due ragazze vengono individuare nel tardo pomeriggio dal personale del CNSAS in buone condizioni di salute. Molto stanche e infreddolite vengono messe in sicurezza e accompagnate fino al parcheggio del rifugio Sega Vecchia.

Mentre era in corso questo intervento, la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico stazione Corno alle Scale viene attivata per una persona, un uomo di 68 anni residente a Castel D’Aiano, che non aveva fatto rientro. Contattato telefonicamente dal caposquadra l’uomo è poi rientrato in autonomia verso Pianaccio.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu