Politiche. Il voto nel comune di Reggio costera’ 477mila euro

sala_tricolore_ consiglio

Il Consiglio comunale ha ratificato oggi due delibere di giunta inerenti altrettante variazioni al Bilancio 2022, l’una per finanziare le spese dovute all’espletamento delle elezioni politiche anticipate del prossimo 25 settembre, l’altra per il finanziamento dei lavori della nuova tangenziale di Fogliano. Entrambe le delibere hanno ottenuto il parere favorevole del Collegio dei revisori dei conti del Comune.

Il voto di ratifica, che ha compreso in un’unica soluzione entrambe le delibere di variazione già approvate dalla giunta, ha avuto l’esito seguente: 18 voti favorevoli (Pd, Reggio E’); 11 contrari (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega – Salvini premier, Coalizione Civica, Alleanza Civica, Movimento 5 Stelle).

Per quanto riguarda l’espletamento delle elezioni, la variazione è del valore di 477.000 euro per far fronte a spese per servizi, personale, acquisto di beni necessari e compensi ai componenti di seggio; dette spese saranno interamente rimborsate dallo Stato sulla base di un rendiconto conclusivo.

La seconda variazione di Bilancio ratificata era contenuta in una delibera di giunta composita, che comprendeva da una parte l’approvazione del nuovo atto integrativo e modificativo dell’Accordo di programma tra Comune e Provincia di Reggio Emilia finalizzato alla realizzazione della variante di Fogliano alla strada provinciale 467 (cosiddetta tangenziale di Fogliano) con definizione dell’Accordo attuativo del primo lotto funzionale, dall’altra parte la modifica dell’importo di finanziamento del primo lotto con conseguente variazione di Bilancio.

La tangenziale di Fogliano è realizzata dalla Provincia e co-finanziata parimenti dal Comune e dalla Provincia. Il valore originario del primo lotto era stato stimato in 10 milioni di euro, ma di recente su richiesta della stessa Provincia il quadro economico è stato modificato sulla base della revisione dei prezzi, aumentati in conseguenza della grave crisi internazionale in corso.

Da 10 milioni, suddivisi tra i due enti, si è perciò passati a 11,270 milioni di euro: l’aumento dei prezzi viene in questo caso finanziato totalmente a carico del Comune di Reggio Emilia. Perciò il Comune di Reggio Emilia, ricorrendo a un debito che accenderà con la Cassa depositi e prestiti, ha inserito oggi definitivamente in variazione 6,270 milioni di euro, ovvero oltre un milione in più rispetto alla cifra originaria (stimata in epoca pre-crisi e pre-rincari).



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu