Modena. Tentato omicidio di un 22enne per odio razziale, arrestati padre e 2 figli

polizia_art

Accusati di aver aggredito a bastonate e ferito con un machete un 22enne del Burkina Faso, un uomo e i suoi due figli sono stati arrestati dalla polizia a Modena. Gli agenti hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip della città emiliana, nei confronti di un 53enne e dei figli di 30 e 24 anni. I tre sono ritenuti responsabili, in concorso, di tentato omicidio aggravato da discriminazione e odio razziale. I fatti risalgono a metà luglio scorso ed erano avvenuti in una zona della periferia di Modena. Secondo la ricostruzione degli investigatori il giovane era stato picchiato solo per l’amicizia che aveva con alcune persone di origine magrebina. Il 22enne era stato colpito con calci e pugni, preso a bastonate in testa e accoltellato. Portato in ospedale era stato operato, ma tuttora non ha recuperato la funzionalità del braccio sinistro.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu