Lo “sciamano” Ferrari denunciato per aggressione

È stato segnalato dai carabinieri alle autorità giudiziarie il violento gesto di Hermes Ferrari, il ristoratore emiliano già noto alle cronache per le plateali manifestazioni e azioni di protesta contro le restrizioni anti-Covid, che ha aggredito un cliente del centro commerciale Fidenza Village con una testata.

Ferrari si trovava assieme alla moglie quando è stato fermato da due agenti della vigilanza privata del Fidenza Village: alla richiesta di indossare la mascherina, Ferrari ha cominciato a inveire contro di loro e a minacciarli. Poi, mentre veniva ripreso da alcuni presenti con lo smartphone, si è avvicinato a un passante che lo aveva sollecitato a seguire le regole e lo ha colpito con una violenta testata in faccia.  I carabinieri di Fidenza hanno raccolta la denuncia della vittima e le testimonianze degli agenti della vigilanza.

Il ristoratore emiliano, titolare di una pizzeria a Modena, era stato protagonista negli scorsi mesi delle proteste di piazza dei commercianti a Roma: si era presentato davanti a Montecitorio vestito da “sciamano”, con un cappello con pelliccia e corna simile a quello indossato dal manifestante Jake Angeli durante l’assalto del 6 gennaio scorso al Congresso degli Stati Uniti. In più di un’occasione, inoltre, aveva sfidato le restrizioni anti-Covid (ed era stato di conseguenza multato) aprendo il suo locale modenese nonostante i divieti imposti dai Dpcm allora in vigore alle attività di ristorazione.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu