La polizia locale del ducato ha festeggiato i 200 anni

polizia_ducatoa

La sindaca di Guastalla Camilla Verona, insieme ad alcuni rappresentanti della Polizia Locale Bassa Reggiana e con il gonfalone della città, ha preso parte alla cerimonia organizzata dal Comune di Parma per celebrare il bicentenario di fondazione del Corpo di Polizia Locale delle città del ducato. Una celebrazione in grande stile nel cuore di Parma con atterraggio dei paracadutisti in piazzale della Pace e rievocazione storica.

Era il 16 giugno 1821 quando, con la promulgazione del Decreto Sovrano, la duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla Maria Luigia d’Austria istituì il Corpo di Guardie Locali, che solo a seguito della riforma del 1907 acquisì il nome di Vigili Urbani.
Ieri è stata dunque ripercorsa la storia del Corpo che quotidianamente svolge un lavoro capillare sul territorio a tutela dei cittadini in diversi ambiti della vita civile. Una giornata di festa per ricordarne l’importanza.

“Abbiamo accolto con piacere l’invito dell’Amministrazione comunale di Parma a partecipare alle celebrazioni per onorare questa ricorrenza che valorizza il ruolo e il lavoro degli agenti di Polizia Locale come costante presidio a tutela dei cittadini e della legalità – afferma la sindaca Camilla Verona – I vigili urbani, infatti, non danno solo multe o contravvenzioni, ma svolgono tante e delicate funzioni con nuclei specifici in settori diversi, dal commercio alla sicurezza sulle strade, dalla lotta alla criminalità all’aiuto delle donne che subiscono violenza. E a sottolineare lo storico legame che lega Guastalla e Parma, abbiamo portato il Gonfalone della nostra città, come richiesto dal sindaco Federico Pizzarotti”.

Il bicentenario della Fondazione del Corpo di Polizia Locale è stato celebrato in Piazzale della Pace alla presenza delle massime autorità, militari e religiose della città di Parma, con una rappresentanza delle città di Guastalla e Piacenza, e i loro gonfaloni, un tempo unite nel Ducato e della città di Alessandria, la cui Polizia Locale ha avuto anch’essa i natali nel 1821, e di Trieste per la collaborazione in tante occasioni passate.

La rievocazione storica ha messo in scena Maria Luigia che, nel suo abito più celebre, ha letto l’egida del 1821 attorniata dalle sue guardie con le divise storiche realizzate dalle sapienti mani delle sarte del Teatro Regio e con la supervisione del Museo Glauco Lombardi. La bandiera del Corpo è passata da loro agli agenti di oggi schierati ad accoglierla. Il vecchio e il nuovo si sono incontrati in questo compleanno che appartiene alla storia della città di Parma ma anche a quella di Guastalla. L’Inno d’Italia e la marcia trionfale dell’Aida, eseguiti dal trombettista Francesco Gibellini, hanno accompagnato, tra applausi e commozione, il volo dei paracadutisti dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia – sezione di Parma in omaggio allo storico Comandante dei Vigili Urbani Emilio Bizzi, paracadutista, che ha guidato il Corpo dal dopoguerra fino al 1973. Un atterraggio che si è concluso con la passerella dei parà e la bandiera italiana e gialloblù di Parma tese in bella mostra.

Sotto i Voltoni della Pilotta si sono svolte le orazioni solenni e sono stati consegnati i riconoscimenti alle donne e agli uomini della Polizia Locale che si sono distinti per merito e agli enti e alle associazioni che collaborano, e hanno collaborato, con il Corpo al servizio della cittadinanza.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu