Fabbrico. Portato in campagna e pestato, l’aggressore è in arresto

carabinieri lampeggiante

Non sono ancora del tutto chiari i motivi che hanno acceso un alterco tra concittadini che lunedì è sfociato in un vero e proprio regolamento di conti. Tutto è successo in un comune della Bassa reggiana. Qualche sera fa uno dei due si è presentato all’ingresso di casa dall’altro, dove ha sversato per terra qualche litro di carburante a cui ha dato fuoco, senza però arrecare alcun danno.

Fatto per il quale i carabinieri di Fabbrico, intervenuti sul posto, avevano formalizzato una denuncia, ipotizzando a suo carico il reato di minacce aggravate. Evidentemente il gesto non è stato per nulla digerito dalla controparte, tanto che lunedì l’uomo si è presentato in auto a casa del rivale, l’ha fatto salire, e dopo averlo portato in aperta campagna l’ha picchiato violentemente provocandogli tumefazioni e una profonda ferita al volto.

La vittima, una volta rientrata in casa, ha informato dell’accaduto i carabinieri che, dopo avere raccolto i primi elementi, hanno individuato il presunto aggressore che è stato fermato e accompagnato in caserma. Qui l’uomo è stato dichiarato in arresto e messo a disposizione dell’Autorità giudiziaria che, ora, dovrà vagliare tutti gli elementi raccolti, affinché il giudice venga posto nelle condizioni di decidere circa le reali responsabilità penali dell’arrestato.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu