Draghi: veloci i vaccini contro le varianti

draghi_art

“In questo quadro economico positivo, permangono alcuni rischi. Il primo è proprio la situazione epidemiologica.

Sebbene in forte miglioramento, questa deve essere monitorata con attenzione. In particolare, dobbiamo tenere sotto controllo l’emergere e il diffondersi di nuove e pericolose varianti, che possono rallentare il programma di riaperture e frenare consumi e investimenti”. Lo dice il presidente del Consiglio Mario Draghi alla Camera.

“Ad oggi, nell’Unione Europea più di metà della popolazione adulta ha ricevuto almeno una dose di vaccino.In Italia la quota è quasi del 60% e circa il 30% della popolazione adulta ha completato l’intero ciclo di vaccinazione. I rischi legati alle varianti, e in particolare alla cosiddetta “variante Delta”, ci impongono di procedere nella campagna vaccinale con la massima intensità.

Dobbiamo inoltre continuare a concentrarci sui soggetti più fragili, come i più anziani, che sono maggiormente a rischio di morte o di ospedalizzazione”. Così il premier Mario Draghi nel suo intervento alla Camera in vista del consiglio Ue.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu