Sorbolo: operaio schiacciato in azienda, muore

Carabinieri-muore-operaio

Un contenitore dal peso di diversi quintali pieno di mangime per animali lo avrebbe colpito in pieno, schiacciandolo ed uccidendolo all’istante. È, secondo una prima ricostruzione, la dinamica di un incidente sul lavoro avvenuto ieri sera, intorno alle 21.30, costato la vita a un operaio originario della Basilicata.

La vittima si chiamava Andrea Recchia, aveva 37 anni, ed era originario di Montalbano Jonico (Matera). L’incidente è avvenuto in un’azienda di mangimi di Sorbolo, comune della bassa parmense. Oltre ai mezzi del 118 sono intervenuti i carabinieri e la medicina del lavoro che hanno messo sotto sequestro l’area.

“Ancora una morte sul lavoro che questa volta colpisce il territorio parmense. A Sorbolo, in un’azienda di mangimi, un 35enne è deceduto mentre spostava dei sacchi. Sono pochi i particolari sulla vicenda che si aggiunge alle morti bianche degli ultimi giorni. La Ugl di Parma si stringe al cordoglio della famiglia e sempre più fermamente ribadisce che non avremo pace fino a quando la sicurezza sul lavoro non sarà prioritaria in ogni azienda”. Così Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, e Giorgia Costantino, Segretario Utl Parma, L’Ugl chiede alle istituzioni “di intervenire con maggiori risorse, controlli e formazione sulla sicurezza per fermare questa strage inaccettabile”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu