Scuola. Compito a casa: imparare “Bella Ciao”. Scoppia la polemica: “E’ un canto politico”

anpi

Un’insegnante di musica di una scuola media di Faenza (Ravenna) ha assegnato come compito delle vacanze di Pasqua alla sua classe di studiare la canzone ‘Bella ciao’ e fare un video.

Un genitore lo ha segnalato al consigliere comunale del gruppo Misto, ex Lega, Gabriele Padovani, che giudica la richiesta della docente come “eccessivamente politicizzata” e intende portare la vicenda in consiglio comunale. Lo racconta il Corriere di Romagna.

“Depositerò a breve un’interrogazione e un ordine del giorno – ha detto Padovani – Bella Ciao è una canzone contrassegnata politicamente e oltretutto non fu mai nemmeno cantata dai partigiani. Per quale ragione la si propone a ragazzi di 12 anni?”. Per il consigliere “se l’intenzione era quella di sensibilizzare i ragazzi sulla guerra in corso, allora si poteva optare per altri brani”, come il verdiano ‘Va pensiero’.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu