Salta la festa regionale del Pd ER a Villalunga

festa Villalunga logo

Nel 2020 non ci sarà la festa regionale del Pd dell’Emilia-Romagna, da anni ospitata al parco Secchia di Villalunga di Casalgrande, in provincia di Reggio: a far saltare l’edizione della storica kermesse, solitamente in programma tra la fine di luglio e la metà di agosto, sono state le restrizioni e le difficoltà legate alla pandemia “che non ci permettono di garantire la sicurezza dei partecipanti, che è in cima alle nostre preoccupazioni da sempre”, hanno spiegato il deputato reggiano del Pd e storico organizzatore dell’evento Andrea Rossi e il segretario dem di Casalgrande Paolo Debbi.

“Abbiamo parlato con i volontari, che sono l’anima di questa festa, ed è stata presa questa decisione sofferta perché mancherà un valore sociale e aggregativo importante. Avremmo dovuto limitare il numero di persone all’ingresso, mettendo in piedi un’edizione ridotta. Questo avrebbe comportato uno scarso appeal e una perdita economica non indifferente”, hanno sottolineato Rossi e Debbi.

“Il nostro – hanno ricordato – è uno spazio vasto e che richiama migliaia di persone, i costi di gestione sono alti”. Quella del parco Secchia è una delle feste politiche più grandi e importanti dell’Emilia-Romagna, tant’è che il Pd l’ha promossa da anni a festa regionale del partito, un appuntamento che ogni estate richiama a Casalgrande molti big del centrosinistra.

Al momento, ha aggiunto Rossi, sono in corso valutazioni con il segretario regionale Paolo Calvano e con i segretari provinciali del partito per decidere dove collocare la festa regionale, anche se “è chiaro che per le stesse nostre motivazioni non ci saranno molti eventi quest’estate, e quelli che si terranno non avranno certo gli stessi soliti connotati”.

L’appuntamento a Villalunga, dunque, slitta al 2021: “Torneremo più forti e carichi di prima. Non è escluso comunque che alla fine di quest’estate organizzeremo uno o due appuntamenti per lanciare un messaggio, cioè che siamo ancora vivi e attivi con grande entusiasmo”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu