Reggio. Tre passeggiate per percorsi verdi a Villa Cella, Rivalta e quartiere Orologio

parco_langer

Tre nuove Passeggiate progettanti, per creare sentieri e percorsi verdi insieme ad associazioni e cittadini, si terranno il 23 e 30 giugno ed il 5 luglio prossimi, nell’ambito del Laboratorio urbano “Reggio Emilia città dei sentieri”. Promosse dal Comune di Reggio Emilia, le Passeggiate progettanti sono volte favorire la co-progettazione di percorsi tra città e campagna, in questi tre casi con particolare riguardo alle aree periurbane, e la definizione della loro animazione.

Giovedì 23 giugno, alle ore 8,30 il ritrovo è a Villa Cella, nell’area verde di via Brindani, lato scuole elementari. Questa Passeggiata progettante, intitolata ‘Il giro della Cella’, è realizzata in collaborazione con il Gruppo di cammino Cella.

Giovedì 30 giugno, dalle ore 17.30 alle 19.30, con ritrovo alla Reggia di Rivalta, si esplora e si co-progetta la Tappa cittadina del Sentiero dei Ducati.

Martedì 5 luglio, dalle ore 17.30 alle 19.30, con ritrovo e arrivo al parco del Diamante di via Danimarca (quartiere Orologio), in occasione del 27° anniversario della sua scomparsa di Alexander Langer, si prenderà contatto con il territorio per definire un sentiero ispirato alla figura dello stesso ecologista e eurodeputato. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Libera università popolare (Lup), l’associazione Querce Rosse, il Club Unesco di Reggio Emilia, il centro sociale Orologio e centro sociale Mirandola. Saranno presenti il botanico Ugo Pellini e il biografo Lorenzo Capitani.

Ai partecipanti alle iniziative sono consigliati scarpe comode e bloc notes.

Le passeggiate progettanti costituiscono un momento di ricognizione sul posto e di azioni preliminari alla progettazione vera e propria di nuovi percorsi sentieristici attorno alla città. Sono supportate dai tecnici del Comune e dagli architetti di quartiere, con l’obiettivo sia di potenziare le infrastrutture di mobilità pedonale e ciclabile, sia di progettare strategie di valorizzazione e animazione da realizzare lungo i percorsi che si andranno a definire.

IL LABORATORIO URBANO – Il progetto ‘Reggio Emilia città dei sentieri’ rientra in un percorso di Laboratorio Urbano – realizzato nell’ambito del progetto ‘QUA_quartiere bene comune’ e selezionato tra i vincitori del Bando Partecipazione 2021 della Regione Emilia-Romagna – promosso dal Comune di Reggio in collaborazione con Club Alpino italiano (Cai), Fiab Reggio Emilia, Consorzio di Bonifica dell’Emilia centrale, Comitato territoriale Uisp di Reggio Emilia, Ente Parchi Emilia centrale, Wwf Emilia centrale e Istoreco.

Il Laboratorio urbano ha visto una sua prima fase importante a inizio 2022 – con l’individuazione dei 15 progetti da realizzare nei diversi ambiti territoriali per completare la rete della sentieristica, secondo le indicazioni e i desiderata emersi dai focus group realizzati con abitanti e associazioni.

Si tratta dei percorsi: itinerario dolce Cella-Cadè Gaida, itinerario Cavazzoli-Roncocesi–Po, parkway Pieve-parco Nilde Iotti-Regina Pacis, strada della biodiversità Coviolo–Rubbianino, itinerario Coviolo-Rivalta-Canali–Fogliano, parkway San Pellegrino-Canalina–Baragalla, parkway Rosta Nuova-Pappagnocca, sentiero Spallanzani (SSP)-Centro-Mauriziano–Scandiano, itinerario San Maurizio-percorso natura Secchia, completamento del secondo stralcio Villa Sesso, greenway Rodano–Canalazzo-Ponte Sbarra, parkway Santa Croce e Anello del Campovolo, parkway dei quartieri San Prospero-Tondo–Gardenia, parkway centro storico: storia e botanica.

Alla prima fase del progetto ‘Reggio Emilia città dei sentieri’ hanno partecipato 80 tra stakeholder e associazioni, che hanno preso parte all’incontro iniziale di presentazione ai Chiostri di San Pietro, mentre sono stati oltre un centinaio i cittadini che hanno preso parte ai sei incontri nei quartieri, preliminari alle passeggiate progettanti.

Tra i risultati attesi dal progetto, oltre alla definizione di tali percorsi, vi è il completamento della sentieristica ciclo-pedonale cittadina e l’implementazione e aggiornamento della carta topografica dei sentieri e degli itinerari escursionistici del comune di Reggio Emilia. Il processo partecipativo andrà infatti a definire i tracciati dei nuovi percorsi cicloescursionistici che collegheranno emergenze storiche e ambientali, nonché diverse aree naturali protette della Rete Natura 2000 della Regione Emilia-Romagna, fra cui la Riserva naturale dei fontanili di Valle Re, le Casse di espansione del Secchia e il Sic Rio Rodano, i fontanili di Fogliano e dell’Ariolo.

Il sistema dei sentieri ciclopedonali nel territorio comunale di Reggio Emilia costituisce sia un’importante infrastruttura di mobilità sostenibile, sia una ‘chiave di accesso’ a un patrimonio culturale e di comunità assai significativo, poiché portatore di socialità, animazione e contenuti educativi, esperienza e conoscenza diretta dell’ambientale, valorizzazione del paesaggio e recupero della memoria legata al territorio, promozione della forte vocazione agricola presente nell’ampio territorio periurbano e nel forese.

In quest’ottica, l’obiettivo del progetto è stimolare ulteriormente la partecipazione e la creatività dei cittadini per la rigenerazione e la ridefinizione qualitativa della sentieristica di Reggio Emilia, completando e migliorando così il sistema dei sentieri locali, promuovendo azioni di rigenerazione urbana e di valorizzazione del territorio anche nella logica del marketing territoriale.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu