Reggio. L’Europa finanzia uno studio per gli impianti di biogas reggiani

biogas-biomasse-impianti-agricoli

Valorizzare la filiera del biogas reggiano per migliorare la sostenibilità e l’efficienza energetica del nostro territorio. È questo l’obiettivo del finanziamento di 60mila euro che la nostra città ha ricevuto dall’Unione europea (Eucf – Europena City Facilitites del programma Horizon 2020) per lo sviluppo di uno studio di fattibilità per valorizzare la filiera del biogas, presente nella nostra provincia con circa 30 impianti, e per identificare un modello replicabile a livello europeo, dove ha rete del biogas arriva a oltre 18.000 impianti. Nello specifico, l’idea presentata dal nostro territorio punta a efficientare otto impianti di biogas, che utilizzano gli scarti delle biomasse provenienti dal territorio, per aumentare l’energia elettrica prodotta. Il progetto studia la fattibilità tecnica ed economica dell’integrazione dell’impianto di biogas con un impianto di conversione dell’idrogeno combinato con un campo fotovoltaico.

L’iniziativa integra tecnologia disponibile in commercio (fotovoltaico, elettrolizzatori, celle a combustibile) per sviluppare un sistema innovativo e flessibile teso a migliorare la produzione energetica con minori emissioni di CO2.

Si tratta di un progetto nato come esempio virtuoso di concreta collaborazione tra diversi soggetti presenti all’interno del Tecnopolo e del Reggiane Parco Innovazione. Lo studio sarà realizzato infatti tramite un partenariato pubblico-privato coordinato dall’Unità ricerca, innovazione e internazionalizzazione del Comune di Reggio in collaborazione con Crpa Lab, Fondazione Rei e ricercatori senior del settore delle energie rinnovabili.

“Si tratta di una grande occasione per mettere a valore il patrimonio locale degli impianti esistenti di biogas da biomasse, con la forte spinta innovatrice di Fondazione Rei e Crpa in ambito energetico – dice l’assessora alle Politiche per la sostenibilità Carlotta Bonvicini – Un tema di grande attualità che ci permette di inquadrare il futuro dell’energia del nostro territorio, combinato con la grande opportunità di esplorare le potenzialità della produzione di idrogeno da biogas.”

Il contributo ha anche l’obiettivo di sviluppare piani di investimento finanziando servizi e attività quali studi di fattibilità tecnica, analisi di mercato, analisi legali, economiche, finanziarie, ecc. Lo scopo di un piano di investimento è fornire a potenziali investitori e istituzioni finanziarie le informazioni preliminari necessarie per valutare un progetto di investimento in modo semplice e veloce.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu