Reggio, bilancio 2020. Consiglio comunale: ok delibera di ratifica delle variazioni d’urgenza

Sala del Tricolore Reggio Emilia

Il Consiglio comunale ha deliberato oggi la ratifica di alcune variazioni di Bilancio 2020 urgenti disposte dalla Giunta per fronteggiare l’emergenza Covid-19 in vari ambiti socio-educativi, fra cui il progetto Scuola diffusa e politiche per lo sport, oltre ad altre azioni di manutenzione di edifici di proprietà comunale, per lo sviluppo della connettività, la sicurezza idraulica dell’alveo del torrente Crostolo e la tutela di alberi monumentali, risorse per la mobilità ciclabile e la forestazione urbana.

Si tratta principalmente del recepimento in entrata di finanziamenti e contributi mirati, provenienti da Regione Emilia-Romagna, ministeri e Unione Europea, oltre che di alcune economie di Bilancio interne al Comune, per finanziare azioni urgenti.

La votazione ha avito l’esito seguente: 19 favorevoli (Pd, Immagina Reggio, Più Europa, Reggio è), 7 contrari (Lega per Salvini premier, Forza Italia, Alleanza civica) e 4 astenuti (M5S e Gruppo misto).

SICUREZZA DELL’EDILIZIA SCOLASTICA E CONNETTIVITÀ – Il ministero dell’Università e della Ricerca (Miur) ha concesso un contributo di 80.000 euro, in attuazione della legge 77 del luglio 2020, utilizzabile per l’adeguamento di strutture scolastiche.

Con risorse proprie per investimenti, si è data priorità a interventi di ripristino di edifici scolastici, tra cui l’intervento di manutenzione straordinaria di copertura dell’ex Gil: palestra e scuola infanzia Iqbal Masih e nido Giobi.

La Regione Emilia-Romagna ha concesso un contributo di 105.000 euro per la realizzazione del progetto ConnetteRE – dipendenti digitali, volto alla definizione e sviluppo di un piano formativo del personale e di adeguamento tecnologico e implementazione di misure di sviluppo dello Smart Working.

SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE E SICUREZZA IDRAULICA – Gli eventi meteorologici avversi del novembre 2019 hanno provocato il cedimento della sponda destra del torrente Crostolo nel tratto urbano in prossimità di via De Sanctis, con interessamento delle zone di pertinenza del percorso ciclo-pedonale sovrastante. La Regione Emilia-Romagna ha concesso un contributo di 290.000 euro per il ripristino della sicurezza idraulica del corso d’acqua.

E’ stato inoltre concesso dalla stessa Regione un finanziamento di 11.088 euro per interventi conservativi e di salvaguardia di alberi monumentali tutelati.

PROGETTO SCUOLA DIFFUSA E SPORT – Il progetto “Scuola diffusa” – messo a punto dalla Giunta comunale per la ripartenza delle attività didattiche, nell’anno scolastico 2020-2021, nel rispetto della normativa per la prevenzione del Covid-19 – ha individuato 19 nuovi spazi, fuori dalle sedi scolastiche consuete, per l’accoglienza degli alunni, consentendo lo svolgimento delle lezioni in condizioni di sicurezza e distanziamento. Il progetto ha visto la ricerca di nuova qualità anche per la didattica. Perciò sono emersi maggiori fabbisogni per spese correnti – circa 1.215.000 euro – in particolare per educatori impegnati nell’integrazione scolastica; pulizia dei locali in comodato per alcune sedi di Scuola diffusa; servizio mensa e servizio portierato nelle sedi museali; affitti e rimborsi spese per comodati e concessioni; educatori per servizio pre e post scuola; pulizie straordinarie a seguito cantieri; facchinaggio.

Sono stati utilizzati i seguenti finanziamenti: contributo Miur di 670.000 euro – Fondi strutturali europei Por Fesr per adeguamento e adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche; contributo Miur di 276.480 euro per l’istruzione e la scuola digitale.

La Regione Emilia-Romagna ha inoltre offerto un sostegno finanziario alle famiglie in condizioni di disagio economico, per consentire la prosecuzione dell’attività sportiva da parte dei loro figli, al fine di contrastare l’aumento della sedentarietà determinato dall’emergenza sanitaria. Al Comune di Reggio Emilia è stato assegnato un contributo di 124.500 euro corrispondenti a 830 voucher sport.

Si è infine provveduto a finanziare la differenza tra le esigenze e i finanziamenti sopra citati con economie di spesa generatesi dalla riprogrammazione delle attività comunali a seguito dell’emergenza. In particolare con economie su voci di Personale per quanto riguarda l’annualità 2020 e su contratti di servizio per il 2021.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu