Nel weekend interrotto un rave party illegale con 300 persone a Monterenzio

carabinieri di spalle

Nella mattinata di domenica 20 febbraio i carabinieri hanno interrotto un rave party abusivo organizzato in un terreno privato vicino a un parco eolico sulle colline di Monterenzio, sull’Appennino bolognese, a poca distanza dal confine tra l’Emilia-Romagna e la Toscana.

Al momento del blitz dei militari, alla festa non autorizzata stavano partecipando circa 300 persone. Molti dei presenti sono stati fermati e identificati: ora rischiano una denuncia per invasione di terreni, oltre a sanzioni pecuniarie per il mancato rispetto delle norme per contenere i contagi da Covid-19. Sono ancora in corso i necessari accertamenti per individuare chi fossero gli organizzatori del rave party illegale.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu