Modena. Alla Tenda una settimana di letteratura, danza, arte e musica

Georges Simenon

La letteratura e un connubio tra danza, arte e musica caratterizzano gli appuntamenti di questa settimana alla Tenda, dove prosegue la rassegna culturale inserita nell’ambito delle attività proposte dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena. Le iniziative nella struttura di via Monte Kosica sono a ingresso gratuito e l’accesso è consentito solo agli spettatori muniti di Green pass rafforzato e in possesso di mascherina Ffp2. Si consiglia la prenotazione sul sito web www.comune.modena.it/latenda.

Il calendario settimanale si apre giovedì 10 marzo, alle 21, col terzo appuntamento della kermesse “Il Noir tra le righe”, dedicata all’esplorazione della letteratura contemporanea del genere noir fra reading, storytelling e musica dal vivo, curata dal gruppo di attori, narratori e musicisti Collettivo SquiLibri. La serata, intitolata “Cherchez la femme: Simenon e il polar che parla francese”, ha appunto come protagonista Georges Simenon, il geniale e irrequieto giramondo padre del commissario Maigret, autore di noir fulminanti e corrosivi riscoperti e rivalutati negli ultimi anni. Oltre a Simeonon si parla anche di Léo Malet, amico dei surrealisti, padre del commissario Nestor Burma, autore della celebre “Trilogia nera”. Sul palco per SquiLibri salgono Stefania Delia Carnevali, Eleonora De Agostini, Francesco Rossetti e Luca Zirondoli; le musiche sono a cura di Claudio Luppi e Daniele Rossi.

Due sono poi gli incontri di questa settimana dedicati alla letteratura per la serie “Dialogo con l’autore”, a cura dell’associazione culturale L’asino che vola, entrambi alle 21. Venerdì 11 si presenta infatti “Georgia O’ Keefe, amazzone dell’arte moderna” di Sara Colaone (Oblomov Edizioni), intervistata da Tatiana Basso; sabato 12 è il turno di “Vivi nascosto – Un’indagine del club Montecristo” di Fabiano Massimi (Edizione Il Giallo Mondadori), intervistato da Stefano Ascari.

Nel week end c’è ampio spazio anche per le attività di Ore d’aria festival, la rassegna multidisciplinare promossa alla Tenda dall’omonima associazione. Il programma prende il via nel pomeriggio di sabato 12 con due laboratori: alle 14 si svolge “Segni”, workshop di danza con Giovanna Garzotto che fa parte delle attività del laboratorio di danza Urban lab; alle 17 “Disertare”, laboratorio di disegno per la pratica del live painting condotto da Marino Neri. Per entrambi i momenti, a numero chiuso, si può contattare per informazioni e prenotazioni l’associazione all’indirizzo mail oredariassociazione@gmail.com. Inoltre, “Disertare” torna anche domenica 13 alle 21 con lo spettacolo di restituzione del laboratorio che vede protagonisti i danzatori e gli illustratori che hanno partecipato al workshop: si esibiscono assieme a Neri, Elisa Balugani, Gaia Davolio ed Enrico Pasini.

Il programma completo e le modalità di prenotazione delle iniziative sono consultabili online su www.comune.modena.it/latenda e sulla pagina facebook “La Tenda”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu