La Regione approva 3 risoluzioni per il taglio del costo dei carburanti

benzina_e

Tutte approvate dall’Aula le tre risoluzioni bipartisan per chiedere una diminuzione del costo dei carburanti. La prima, presentata da Matteo Rancan (Lega) impegna la Giunta a sollecitare il Governo affinché sospenda l’esigibilità delle accise sul carburante, fino al ripristino del livello dei prezzi medi comparabili con quelli dell’ultimo trimestre del 2019, in modo da consentire una tenuta del sistema economico dell’intero Paese. “Chiediamo una sospensione delle accise o di intervenire sull’Iva -ha precisato Rancan- per ripristinare prezzi congrui. Il Governo ha già annunciato che interverrà in tal senso quindi chiediamo anche l’impegno della Regione per tutti i nostri cittadini”.

Silvia Piccinini (Movimento 5 Stelle) chiede “l’adozione di misure di sostegno da parte dello Stato per eliminare o ridurre gli effetti degli incrementi dei costi del carburante per i servizi di trasporto pubblico locale, evitando ricadute sul personale, sulle tariffe per gli utenti e sulla qualità e quantità dei servizi”. “Dobbiamo porre attenzione al trasporto pubblico locale -ha spiegato Piccinini- per fare sì che gli effetti del caro carburante non si ripercuotano sul costo dei biglietti o su tagli dei servizi offerti. È prioritario che la Regione si faccia carico di questo problema”.

La risoluzione del Partito democratico (prima firma Massimo Bulbi) pone l’accento sui rincari dei carburanti e sulle conseguenze sulle aziende del settore dell’autotrasporto. “Occorre sollecitare iniziative per calmierare i costi del carburante coinvolgendo anche le imprese produttrici -spiega Bulbi-. Chiediamo un confronto anche con le parti sociali e i settori economici interessati da questi rincari”.

Silvia Zamboni (Europa verde), esprimendo il voto favorevole alle risoluzioni, sottolinea: “Oggi c’è un’emergenza immediata che si sta riversando sugli enti locali e sul trasporto pubblico. Bisogna guardare oltre e iniziare la conversione del trasporto collettivo non a base di combustibili fossili”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu