Internazionale Kids a Reggio, per 3 giorni i bimbi al centro dell’attualità

Internazionale Kids Reggio Emilia – Immagine

Dal 5 al 7 giugno prossimi si svolge la prima edizione di Internazionale Kids a Reggio Emilia, il festival dell’omonimo mensile che spiega a bambine e bambini i grandi temi dell’attualità, pubblicando in italiano i migliori articoli dei giornali di tutto il mondo per la fascia 7-13 anni, con corredo di giochi e fumetti.
Lanciato dal settimanale Internazionale nel 2019, Internazionale Kids ha scelto Reggio Emilia per l’edizione 2020. Il format si ispira al festival di Internazionale a Ferrara, che da tredici anni riunisce per tre giorni giornalisti, intellettuali e artisti provenienti da tutto il mondo, attraendo un pubblico sempre più numeroso (79mila presenze nel 2019).

Per tre giorni la città si Reggio Emilia ospiterà laboratori, miniconferenze, proiezioni e spettacoli ideati dalla redazione di Internazionale Kids.
Concepito come un numero ‘dal vivo’ della rivista da sfogliare, il festival Internazionale Kids a Reggio Emilia darà la possibilità ai giovanissimi lettori e alle loro famiglie di partecipare a eventi innovativi in cui esperti, giornaliste, scrittori, illustratori, fotografi parleranno di temi come ambiente, sostenibilità, informazione, democrazia, diritti, femminismo, economia e tecnologia.

Reggio Emilia, con la sua storica vocazione all’infanzia, all’educazione e al pensiero pedagogico – è la città del Reggio Emilia Approach noto nel mondo – e per la vivacità culturale e la sensibilità verso i temi sociali, è sede ideale per ospitare questa manifestazione, che si terrà in alcuni luoghi nel cuore della città tra cui il Palazzo dei Musei e i rinascimentali Chiostri di San Pietro, al centro di importanti riqualificazioni e progettazioni culturali.

“Con grande piacere Reggio Emilia ospita il festival di Internazionale Kids – dice il sindaco Luca Vecchi – Il format proposto coglie a pieno la sensibilità e l’interesse della nostra città, vocata all’infanzia e all’educazione, animata da sempre da un vivace dibattito culturale e sociale, attento ai diritti di tutte e tutti, fra cui possiamo certamente includere quello dell’infanzia e della prima adolescenza ad essere informate e a comprendere se stesse, scoprendo il mondo che ci circonda. Non è casuale che ambiente, clima, sostenibilità nelle sue diverse declinazioni, alimentazione e forme d’arte fra cui la musica siano al centro degli interessi dei giovanissimi. L’informazione non ha età: il giornalismo, tagliato anche sulle fasce di età più giovani, è la riprova che non stiamo parlando di una ‘utopia’ e di quanto l’informazione di qualità sia quanto mai sale e alimento della democrazia, che è e deve restare la dimensione del nostro futuro”.

“Le bambine e i bambini – afferma Giovanni De Mauro, direttore di Internazionale – dovrebbero essere non solo interlocutori ma protagonisti del dibattito pubblico. La passione con cui si impegnano contro l’emergenza climatica dimostra che i tempi sono maturi perché questo succeda. Con Internazionale Kids a Reggio Emilia vogliamo creare uno spazio dove informare e ascoltare le nuove generazioni, e dove immaginare insieme un futuro più giusto e sostenibile”.

“A Reggio Emilia amiamo non solo superare, ma se possibile anche eliminare le barriere, in ogni campo: da quelle architettoniche a quelle culturali, sociali, di gap conoscitivo – dice Annalisa Rabitti, assessora a Cultura, marketing territoriale, Pari opportunità, Città senza barriere – L’opportunità di avere qui tra noi Internazionale Kids dimostra la vitalità dell’informazione e l’opportunità che essa porta con sé di superare le ‘barriere’. Trattare con bambine e bambini temi tradizionalmente, e erroneamente, considerati ‘per adulti’, credo sarà una bella sorpresa e un’esperienza di grande interesse. Il festival sarà un’importante opportunità anche per l’attrattività di Reggio Emilia, per farla conoscere e per arricchirne l’offerta culturale, fra l’altro con l’ospitalità degli eventi in due dei luoghi più prestigiosi e significativi della cultura e della storia della città: Palazzo dei Musei e Chiostri di San Pietro”.

Il festival Internazionale Kids a Reggio Emilia si preannuncia quindi quale evento unico nel suo genere, una risposta alla voglia di partecipazione mostrata dai nuovi movimenti come quelli a favore del clima e della difesa del pianeta.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu