Il 15 luglio Flash Battery ospite a “New Normal Live” del top voice Linkedin Filippo Poletti

Flash Battery sala

Mentre procedono i preparativi per l’inaugurazione – prevista a settembre – del nuovo stabilimento a Sant’Ilario d’Enza (1.500 metri quadrati di uffici e 3.200 metri quadrati di area produttiva, con possibilità di espansione per altri 5.000 metri quadrati e fino a 150 postazioni di lavoro), la reggiana Flash Battery si associa ai grandi big dell’industria ed è tra le protagoniste del talk su LinkedIn “New Normal Live”, condotto dal giornalista Filippo Poletti – top voice italiano con oltre 75.000 follower – e dalla psicologa del lavoro Monica Bormetti.

Il 15 luglio alle 18 il fondatore e Ceo dell’azienda di produzione di batterie al litio Marco Righi sarà ospite del seguitissimo appuntamento con il format che racconta storie d’eccellenza del mondo imprenditoriale.

Fondata nel 2008 da Righi e da Alan Pastorelli (oggi responsabile tecnico dell’area ricerca e sviluppo), con oltre 14 milioni di fatturato e 61 dipendenti (età media di 35 anni), premiata per due anni consecutivi come miglior impresa giovanile dell’Emilia-Romagna e dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per i suoi risultati nel campo della ricerca e dell’innovazione, Flash Battery approda alla prestigiosa vetrina “perché in pochi anni ha saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano in un settore tecnologicamente molto avanzato e competitivo”, ha spiegato il conduttore Filippo Poletti.

“L’aver puntato sull’energia pulita legata al litio utilizzando una tecnologia priva di cobalto – ha aggiunto il giornalista – è stata una scelta vincente da un punto di vista industriale, ma è anche un esempio molto significativo di come, dall’industria manifatturiera all’agricoltura, dall’edilizia ai veicoli elettrici, si possano associare alte prestazioni e tutela dell’ambiente”.

Sarà proprio di questa mission, dei risultati raggiunti in questi anni e delle prospettive dell’azienda che parlerà Righi su LinkedIn: “È un mondo al quale guardiamo con molta attenzione, perché la nostra crescita è legata proprio alla passione e alle competenze di collaboratori ben consapevoli della nostra mission e alle elevate professionalità (ingegneri elettronici e informatici, in particolare) sulle quali abbiamo investito e che continuiamo a ricercare”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu