Coronavirus, nelle ultime ore in Emilia preoccupa la crescita ricoveri

coronavirus pronto soccorso

Non si registra, in Emilia-Romagna, una crescita della curva dei contagi: sono 337 i nuovi positivi, meno degli ultimi giorni, ma scovati grazie anche a un numero di tamponi (6.600 circa) più basso del solito, come capita solitamente nei fine settimana. Una persona è morta nel Bolognese. A preoccupare, però, sono i ricoveri che, invece, crescono e non poco: sono 25 i pazienti in terapia intensiva (che in una settimana sono più che raddoppiati) e 284 quelli negli altri reparti Covid, anche se il 95% dei casi attualmente attivi sono in isolamento domiciliare, ovvero sono asintomatici o non richiedono cure particolari.

L’attenzione rimane alta anche sulle scuole, con numerosi casi scoperti in giro per la Regione. A Parma niente lezioni da oggi alla scuola elementare Martiri di Cefalonia. La decisione è stata presa dall’Azienda Usl dopo che nella settimana scorsa erano stati evidenziati una decina di casi di positività fra gli alunni di due classi più una insegnante. Le due sezioni con i casi sono state messe in quarantena mentre per il resto degli alunni, circa 200 oltre a 50 docenti, domani saranno eseguiti i tamponi con modalità drive through. La scuola riprenderà le lezioni solo quando saranno resi noti gli esiti dei test.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu