Correggio. Vicenda EnCor, “Marzio Iotti si oppone all’atto di pignoramento”

Ilenia Malavasi Correggio strada

In apertura della seduta del consiglio comunale di Correggio, venerdì 25 febbraio, il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, ha fornito alcuni aggiornamenti sulla vicenda EnCor e, in particolare, in merito alle iniziative promosse nei confronti dell’ex sindaco Marzio Iotti e dell’ex direttore generale del Comune Luciano Pellegrini, volte al recupero del credito derivante dalla sentenza della Corte dei Conti.

Il Tribunale di Reggio Emilia, con ordinanza comunicata al Comune lo scorso 20 dicembre 2021, aveva rigettato la richiesta, avanzata in via d’urgenza da parte degli stessi Iotti e Pellegrini, di sospensione dell’efficacia esecutiva della sentenza di Appello della Corte dei Conti. Tale sentenza aveva confermato la pronuncia di primo grado con la quale Iotti e Pellegrini erano stati condannati a versare, in via principale e solido tra loro, a titolo di risarcimento dei danni a favore del Comune di Correggio, la somma di euro 6.864.008,85.

In forza di detta pronuncia, il Comune di Correggio ha proceduto a notificare un atto di pignoramento mobiliare presso terzi nei confronti dei debitori principali. In particolare, nei confronti di Marzio Iotti, in data 20 gennaio 2022 è stato notificato – da parte degli Ufficiali Giudiziari del Tribunale di Reggio Emilia – un atto di pignoramento presso terzi. Tuttavia, con atto notificato in data 11 febbraio 2022, Iotti ha proposto opposizione, ai sensi dell’art. 617 codice di procedura civile, a tale pignoramento e ha chiesto, in via preliminare e d’urgenza, ancora una volta la sospensione dell’esecuzione della sentenza della Corte dei Conti, mentre, nel merito, la declaratoria di inefficacia dell’atto di pignoramento.

“A seguito del rigetto della richiesta di sospensione dell’efficacia della sentenza, l’ex sindaco Marzio Iotti ha prima promosso reclamo a tale provvedimento e, poi, un’opposizione all’atto di pignoramento presso terzi che gli è stato notificato su iniziativa del Comune”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Quest’ultimo atto, in particolare, rappresenta un’iniziativa promossa dal Comune volta a recuperare, concretamente, le somme che dovute alla nostra Città. Prendiamo atto della volontà dell’ex sindaco di resistere, in ogni sede, agli atti giudiziari che gli vengono notificati. Questi atti giudiziari sono finalizzati a recuperare, in modo coattivo, quanto sinora Iotti e Pellegrini si sono rifiutati di versare spontaneamente alla nostra comunità per risarcirla del danno che hanno causato e che la Corte dei Conti ha acclarato. Non posso che ribadire la nostra ferma convinzione nel fare tutto quanto in nostro potere per proseguire sulla strada del recupero forzoso delle somme indicate nella sentenza della Corte dei Conti, attraverso ogni iniziativa utile a tutelare il credito e gli interessi della città”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu