Capolavori di virtuosismo: tra Beethoven e Rachmaninov, gli appuntamenti della Toscanini

Jae Hong Park

Saranno il trionfatore del 63° Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” 2021, il pianista coreano Jae Hong Park, e il Primo Violino della Filarmonica Arturo Toscanini, Mihaela Costea, i protagonisti del concerto di apertura di Salotto Toscanini, il cartellone di musica da camera della Stagione di Concerti 2022/2023 de La Toscanini.

Il programma, interamente dedicato a Ludwig van Beethoven, includerà due capolavori che rappresentano altrettante pietre miliari della letteratura cameristica. La Sonata op. 47 “A Kreutzer” – che, a dispetto dell’intitolazione, non fu dedicata al grande violinista francese Rodolphe Kreutzer ma a George Bridgetower, giovane violinista figlio di un africano e di una tedesca di cui Beethoven aveva grande stima – è tra le più amate del genere per violino e pianoforte per la grande inventiva melodica e per lo stile che la avvicina a un vero e proprio concerto per violino.

La Sonata op. 106, conosciuta come Hammerklavier (Pianoforte a martelli, secondo la denominazione dell’epoca) è invece tra i brani più impegnativi scritti per il pianoforte, tanto da richiedere abilità straordinarie all’esecutore: ne era cosciente lo stesso Beethoven, che al suo editore parlò di una sonata che avrebbe dato “del filo da torcere ai pianisti, quando la suoneranno fra cinquant’anni”.

Il concerto inaugurerà il percorso tra musica e arte visiva Melodie pulviscolari curato da Cristina Casero dell’Università degli Studi di Parma e da Giulia Bassi de La Toscanini. Ogni concerto di Salotto Toscanini sarà anticipato dal commento di un quadro dalla collezione d’arte di Arturo Toscanini legato al programma della serata. L’opera selezionata per il 16 novembre è La lettura (1866-67) di Silvestro Lega (Bari, Pinacoteca Provinciale Corrado Giaquinto), collegata alla sonata “A Kreutzer”.

L’appuntamento è il 16 novembre 2022 alle ore 20.30 al CPM Centro di Produzione Musicale Arturo Toscanini – Sala Gavazzeni.

«Sarà per me una grande soddisfazione eseguire questa sonata – commenta il Primo Violino della Filarmonica Toscanini, Mihaela Costea -. Con i suoi 40 minuti di musica è considerata tra le più complesse da eseguire. Mi piace inoltre il fatto che il compositore, mettendo drammaticamente in competizioni due strumenti, riesce tuttavia a far risaltare le possibilità tecniche di entrambi. Lo stesso Kreutzer si rifiutò al tempo di eseguirla perché la ritenne “scandalosamente incomprensibile”. Quello che emerge da tanta difficoltà che con questa sonata si apre un nuovo capitolo nella vita di Beethoven. Spero di rendere giustizia a questo grande capolavoro».

La 47a Stagione di Concerti della Filarmonica Toscanini prosegue giovedì 17 novembre alle ore 20.30 e sabato 19 novembre alle ore 18.00 – nell’ambito del progetto La Toscanini per Tutti, all’ Auditorium Paganini di Parma.
Protagonisti della serata il maestro Kristjan Järvi, Direttore Principale Ospite della Filarmonica, e il pianista Jae Hong Park, tra i più brillanti virtuosi del panorama concertistico internazionale.

In programma il Concerto n. 3 per pianoforte e orchestra di Sergej Vasil’evič Rachmaninov e The Snow Maiden di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

I concerti per pianoforte e orchestra di Sergej Rachmaninov sono tra i più amati dal pubblico per lo stile tardo-romantico, le affascinanti melodie e il brillantissimo virtuosismo della parte pianistica. Il Concerto n. 3 (1909), in particolare, ha goduto di una straordinaria fortuna cinematografica grazie al film “Shine” (1996) che valse al suo protagonista il Premio Oscar.
È ritenuto il più difficile tra i concerti per pianoforte e orchestra. L’esecuzione di Vladimir Horowitz del 1942 fu accolta dall’autore con parole memorabili: “Questo è il modo in cui ho sempre sognato venisse eseguito il mio concerto, ma non mi sarei mai aspettato di ascoltarlo così in questo mondo!”.
Il Terzo Concerto anticiperà l’omaggio al grande compositore russo in occasione dei 150 anni dalla nascita (1873), che La Toscanini celebrerà nella seconda parte della Stagione 2022/2023 con il Secondo Concerto per pianoforte e orchestra (solista Ivo Pogorelich) e le Danze Sinfoniche op. 45 (direttore Stanislav Kochanovsy).

«Sono molto onorato – racconta Jae Hong Park – di suonare con la meravigliosa Filarmonica Toscanini e il Maestro Kristjan Jarvi il Terzo Concerto di Rachmaninov che è, a mio parere, uno dei più grandi concerti di tutti i tempi. E mi emoziona l’idea di suonare in un concerto da camera due capolavori assoluti della letteratura musicale come le Sonate “A Kreutzer” con il Primo violino dell’Orchestra e “Hammerklavier” di Beethoven».

La seconda parte del programma sarà dedicata alla musica di Čajkovskij (amatissimo da Rachmaninov) con The Snow Maiden, partitura fiabesca eseguita nella versione orchestrale di Kristjan Järvi: mentre l’Inverno e la Primavera litigano, la Fanciulla di Neve matura il desiderio di avere un’anima umana e con essa la capacità di provare amore.

Dopo il successo del concerto di apertura, sabato 19 novembre torneranno i Nidi di musica, l’originale proposta per le famiglie grazie alla quale genitori e caregivers potranno assistere al concerto mentre i bambini parteciperanno a laboratori ludico-ricreativi a tema.

Il laboratorio, dal titolo Scrigno di ghiaccio – a cura di Hélène Taiocchi – prende ispirazione dal plot de La Fanciulla di Neve di Čajkovskij. I partecipanti, dopo l’ascolto di un estratto del concerto e la lettura animata della favola tradizionale russa, saranno invitati a realizzare una piccola scenografia di carta con la tecnica del diorama.

L’Offerta Family de La Toscanini per Tutti, comprende n.2 biglietti per adulti (genitori/caregivers) e l’ingresso al laboratorio per bambine/i di età compresa tra i 4 e i 12 anni, al costo complessivo di € 50,00.
I bambini, accompagnati, potranno accedere al laboratorio dalle ore 17.30 con ingresso dalla Biglietteria del CPM – Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini” (Parma, Viale Barilla 27/A). Per l’ingresso al laboratorio sarà necessario mostrare i biglietti di accesso al concerto. L’accesso al laboratorio sarà consentito ai soli bimbi i cui adulti accompagnatori assistono al concerto in programma il giorno stesso. Potranno accedere al laboratorio non più di 30 bambine/i, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Info e iscrizioni: biglietteria@latoscanini.it – www.latoscanini.it

Un ringraziamento sentito è rivolto ai Sostenitori e Sponsor che accompagneranno La Toscanini nel corso della 47a Stagione di Concerti: Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Parma, Provincia di Parma, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma, Crédit Agricole Italia, Barilla Spa, CEPIM Interporto, Chiesi Farmaceutici, Parmalat Spa, F.lli Galloni, Opem Spa, Hera.comm, Dallara Spa, Bonatti Spa, LSI Spa, La Giovane.
I concerti di Salotto Toscanini sono sostenuti da Assicoop Emilia Nord – Gruppo Unipol.
Tour Operator Partner: Parma Incoming.
Media partner: Gazzetta di Parma
Partner tecnici: Paganini Congressi

Dall’8 novembre la biglietteria del CPM “Arturo Toscanini” osserva nuovi orari: martedì e mercoledì dalle 10 alle 13, giovedì dalle 15 alle 18. La biglietteria serale presso l’Auditorium Paganini sarà aperta dalle 18.30 per i concerti con inizio alle ore 20.30; dalle 16.00 per i concerti con inizio alle ore 18.00.
I biglietti possono essere acquistati anche on line sul sito www.biglietterialatoscanini.it e presso ParmaPoint (Borgo Angelo Mazza 8/a, da martedì a sabato dalle 10 alle 17.30).



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu