Cambio ai vertici di Iren, Armani è il nuovo ad

armani_gianni_anas

Il Consiglio di Amministrazione di Iren S.p.A. nomina Gianni Vittorio Armani Amministratore Delegato come proposto dal Comitato del Sindacato del Patto parasociale tra soci pubblici

Reggio Emilia, 29 maggio 2021 – Iren S.p.A. comunica di aver ricevuto, in data odierna, dal Coordinatore del Patto Parasociale in vigore fra i soci pubblici, formale comunicazione che il “Comitato del Sindacato” – composto da Marco Bucci, Sindaco di Genova, Chiara Appendino, Sindaco di Torino e Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia – ha unanimemente designato, ai sensi dell’art. 4.1 del Patto, Gianni Vittorio Armani quale nuovo Amministratore Delegato. Previo accertamento dei requisiti previsti per l’assunzione della carica, il Consiglio di Amministrazione si è riunito in data odierna in seduta straordinaria per la cooptazione dell’ing. Armani quale nuovo Consigliere di Amministrazione e la nomina del medesimo in qualità di Amministratore Delegato e Direttore Generale, con conferimento delle relative deleghe e dei poteri.

A seguito della nomina quale Amministratore Delegato e Direttore Generale, l’ing. Armani si qualifica come amministratore esecutivo (non indipendente). Alla data odierna, l’ing. Armani non possiede azioni di Iren S.p.A..

Inoltre, avuto riguardo all’istruttoria svolta dal Comitato per la Remunerazione e le Nomine della Società, anche nell’esercizio delle funzioni di cui alla Procedura in materia di Operazioni con Parti Correlate di IREN S.p.A., il Consiglio di Amministrazione ha approvato le condizioni economico-contrattuali dell’instaurando nuovo rapporto di lavoro dirigenziale a tempo determinato fra la Società e l’ing. Armani, di seguito riportate:

· Retribuzione Annua Lorda fissa pari a euro 400.000,00;

· Retribuzione Variabile Annua Lorda pari, nel valore target, al 35% della Retribuzione Annua Lorda, in relazione al conseguimento degli obiettivi definiti annualmente dal Consiglio di Amministrazione. Viene inoltra prevista la corresponsione di una retribuzione incentivante aggiuntiva, per il solo anno 2021, pari al 35% della Retribuzione Annua Lorda in relazione al raggiungimento degli obiettivi previsti dal vigente piano di incentivazione a lungo termine 2019-2021.

Detto pacchetto retributivo è da intendersi integrato con il compenso annuo lordo ex art. 2389, comma 3, cod. civ., in relazione alla funzione di Amministratore Delegato della Società, pari a euro 57.000,00 deliberato dal Consiglio di Amministrazione il 22 maggio 2019, in conformità ai principi/criteri stabiliti dall’assemblea dei soci svoltasi in pari data.

Il Consiglio di Amministrazione della Società, previa istruttoria del Comitato, ha inoltre rilevato come, nel caso di specie, ricorra un caso di deroga della politica retributiva espressa e approvata nell’ambito della Relazione sulla politica in materia di remunerazione 2021 e sui compensi corrisposti 2020 – sussistendo, nel caso di specie, la necessità di dover negoziare in tempi rapidi un pacchetto retributivo per il nuovo Amministratore Delegato e Direttore Generale, in un’ottica di perseguimento degli interessi a lungo termine e della sostenibilità della Società nel suo complesso.

Si apre una nuova fase per Iren. Il Comitato di Sindacato dei soci pubblici azionisti di IREN S.p.A, composto da Marco Bucci Sindaco di Genova, Luca Vecchi Sindaco di Reggio Emilia e Chiara Appendino Sindaco di Torino, a titolo personale ed in rappresentanza degli azionisti di controllo della Società ha dichiarato:

“Si apre oggi una nuova fase per Iren, contestualmente con il nuovo ciclo economico post pandemico e le opportunità contenute nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: si tratta di un’occasione irripetibile per superare l’impatto economico e sociale della pandemia e contribuire a disegnare il futuro del Paese, mettendo al centro l’innovazione, i principi dell’economia circolare, i nuovi bisogni dei territori e dei cittadini: sono tutti ambiti in cui Iren ha spazio concreto di di crescita, con la possibilità di giocare nel prossimo futuro un ruolo di assoluto protagonista.
Sulla base di questi obiettivi, il Comitato di Sindacato fa i migliori auguri a Gianni Vittorio Armani, indicato al CdA e da questi nominato come nuovo Amministratore Delegato e Direttore Generale della Società. Il profilo manageriale dell’Ing. Armani, consolidato attraverso numerose esperienze di prim’ordine in grandi gruppi nazionali nei settori dell’energia, delle reti e delle infrastrutture, e da ultimo nelle multiutility, rappresenta un valore distintivo per delineare le nuove strategie di crescita e di sviluppo del Gruppo Iren. Strategie che, ne siamo certi, permetteranno a Iren di proseguire nei prossimi anni il percorso di trasformazione in player nazionale”.

Accordo per la risoluzione consensuale dei rapporti tra il dottor Massimiliano Bianco e la Società
Iren S.p.A. e il dottor Massimiliano Bianco hanno raggiunto un accordo (in seguito “Accordo”) per lo scioglimento consensuale del rapporto con la Società in base al quale il dottor Bianco ha rinunciato, con effetto dal 29 maggio 2021, alle cariche di Consigliere, Amministratore Delegato e Direttore Generale nonché ad ogni delega e potere conferitigli. L’accordo prevede, oltre a quanto sopra, che il rapporto di lavoro quale Dirigente prosegua fino al 30 novembre 2021 alle condizioni economiche vigenti (salvo eventuale cessazione anticipata su richiesta del dottor Bianco), al fine di assicurare un graduale passaggio di consegne interno.

Nell’ambito dell’Accordo, che costituisce una transazione generale e novativa dell’accordo siglato all’atto della stipula dell’ultimo contratto di lavoro a tempo determinato, è previsto il riconoscimento di una somma di euro 889.134 lordi, che comprende: (i) 12 mensilità come indennità di fine del rapporto di lavoro come dirigente; (ii) le mensilità mancanti fino al termine originariamente previsto del predetto rapporto di lavoro, come da legge e contratto collettivo nazionale di lavoro; (iii) un compenso per rinunce a vario titolo. Ai suddetti importi si aggiungeranno il compenso annuo previsto per la carica di Amministratore Delegato (in conformità a quanto stabilito dall’Assemblea dei Soci in data 22 maggio 2019), quelli per incentivazione a breve e a lungo termine in base ai risultati raggiunti, importi che verranno rendicontati nella Relazione sulla politica in materia di remunerazione 2022 e sui compensi corrisposti 2021.

I termini dell’Accordo raggiunto con il dottor Bianco sono stati approvati dal Consiglio di Amministrazione della Società, tenutosi in data odierna, previo parere favorevole, reso altresì ai sensi dell’art. 9 della vigente Procedura IREN in tema di O.P.C. (in conformità all’art. 7 del Regolamento Consob ex delibera n. 17221 del 12 marzo 2010 e ss.mm.ii.) del Comitato per la Remunerazione e le Nomine, anche nell’esercizio delle funzioni previste dalla normativa in materia di operazioni con parti correlate, nonché previa istruttoria da parte del Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità della Società. Infatti, in virtù dei citati rapporti di amministrazione e di lavoro subordinato, il dottor Massimiliano Bianco si qualifica come Parte Correlata della Società. Pertanto, ai sensi dell’apposita disciplina Consob e della vigente Procedura in materia di Operazioni con Parti Correlate della Società, l’Accordo di cui sopra si configura come una operazione con parte correlata – di minore rilevanza – su cui ha espresso parere favorevole il Comitato per la Remunerazione e le Nomine, anche nell’esercizio delle funzioni previste dalla predetta normativa. Il presente comunicato viene redatto anche ai sensi dell’art. 6 del Reg. Consob ex delibera n. 17221 del 12 marzo 2010 ss.mm.ii.

Nell’esame e approvazione dell’Accordo, che, relativamente ai valori rappresentati, assume a riferimento quanto previsto nella vigente politica retributiva approvata dall’Assemblea, il Consiglio di Amministrazione di Iren S.p.A. ha ritenuto di ricadere in un caso di sostanziale equivalenza degli importi previsti nella politica, rilevando l’assenza di impatti negativi per la Società. Il Consiglio di Amministrazione, nell’intento di agevolare l’avvicendamento dell’Amministratore Delegato, in un’ottica di perseguimento degli interessi a lungo termine e della sostenibilità della Società nel suo complesso, ha conseguentemente adeguato la propria politica retributiva.

Il Consiglio di Amministrazione ha formulato al dottor Bianco i migliori auguri per le sue future attività professionali e lo ha ringraziato per il proficuo impegno e il contributo offerto dal dicembre 2014 a oggi, anni nei quali il Gruppo, sotto la sua guida, ha saputo affermarsi come uno dei principali operatori del settore conseguendo una significativa e costante crescita dimensionale, contraddistinta dal conseguimento di una sempre maggiore competitività sul mercato e da una crescente attenzione verso sostenibilità, innovazione e territori serviti. Durante gli oltre sei anni in cui il dottor Bianco ha ricoperto la carica di Amministratore Delegato, la Società ha conseguito importanti risultati dal punto di vista economico-finanziario, migliorando qualitativamente i servizi erogati ai cittadini e introducendo l’innovazione digitale come leva strategica per i diversi business.

“L’esperienza che ho vissuto in questi anni alla guida di Iren – ha dichiarato Massimiliano Bianco – è stata fonte di grande crescita professionale e umana. Ringrazio sentitamente tutti gli azionisti che mi hanno sempre dato piena fiducia e sostegno. Ho lavorato proficuamente con i vari Consigli di Amministrazione che si sono succeduti e con tanti colleghi, raggiungendo importanti obiettivi a cui, mi auguro, se ne aggiungeranno altri ancor più ambiziosi e sfidanti per il Gruppo che ho avuto l’onore e il privilegio di guidare in questi anni”.

Sempre in data odierna, è convocata una riunione del Consiglio di Amministrazione di Iren S.p.A., per gli adempimenti funzionali alla cooptazione di un nuovo Amministratore, destinato a divenire il nuovo Amministratore Delegato e Direttore Generale che, dopo il positivo ciclo di gestione sotto la guida del dottor Bianco, sarà chiamato a gestire una nuova fase di sviluppo del Gruppo.

Con riferimento alla cessazione del rapporto di lavoro tra Iren S.p.A. e il dottor Massimiliano Bianco, il Comitato di Sindacato dei soci pubblici azionisti di Iren S.p.A., composto da Marco Bucci Sindaco di Genova, Luca Vecchi Sindaco di Reggio Emilia e Chiara Appendino Sindaco di Torino, a titolo personale ed in rappresentanza degli azionisti di controllo della Società, ha dichiarato:

Ha contribuito alla crescita dell’azienda. “Formuliamo a Massimiliano Bianco i migliori auguri per il suo futuro professionale e personale. Bianco ha contribuito in maniera determinante alla crescita e alla trasformazione di Iren. Sotto la sua guida, il Gruppo ha conseguito eccellenti risultati economico-finanziari e, soprattutto, ha saputo interpretare con successo e da protagonista le profonde trasformazioni che hanno interessato e stanno interessando il settore energetico-ambientale e dei servizi pubblici locali. Da parte nostra, un sentito ringraziamento per il senso di appartenenza dimostrato nei confronti dell’azienda, per le sfide che ha saputo raccogliere con estrema professionalità e per la continua vicinanza alle necessità dei territori presidiati dalla Società. L’importante lavoro svolto in questi anni permetterà di avviare un nuovo ciclo pluriennale di crescita del Gruppo”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu