A Luzzara “Come in un’acquario d’acque dolci”, un’opera collettiva per il murale di piazza Ferrari

Come in un acquario di acque dolci

Si chiama “Come in un acquario d’acque dolci” il percorso didattico pensato per offrire a giovani studenti e studentesse la possibilità di progettare e realizzare un murale per il sottopassaggio di piazza Ferrari a Luzzara, in provincia di Reggio: un’opportunità per ridare una nuova veste al sottopassaggio con un’opera collettiva che nascerà dalla partecipazione attiva dei più giovani, con l’intento di favorire l’idea di condivisione, cura e fruizione dello spazio pubblico del paese, inteso come luogo della collettività.

A febbraio si sono aperte le iscrizioni per creare il gruppo di lavoro che si occuperà del progetto, curato da Scilla Alberini e che fa parte dell’offerta culturale dello Spazio Goccia, lo spazio dedicato alla cultura dell’acqua nato dalla collaborazione tra il Comune di Luzzara, Iren, l’Azienda Servizi Bassa Reggiana e la Fondazione Un Paese di Luzzara. Il soggetto del murale sarà infatti legato al patrimonio naturalistico del fiume Po, al contesto storico e architettonico, al lavoro dell’uomo per gestire e garantire l’acqua e all’arte Naïf.

Il gruppo di lavoro, composto da un massimo di dieci ragazzi e ragazze di età compresa tra i 10 e i 16 anni, sarà impegnato in otto laboratori di espressione artistica, confronto e ricerca sul territorio (in programma tutti i mercoledì di aprile e di maggio, dalle 15 alle 18), praticati attraverso il “fare” collettivo. La residenza artistica sarà presso lo stesso Spazio Goccia di Luzzara. L’iscrizione è gratuita, fino all’esaurimento dei posti disponibili. Per informazioni e iscrizioni: tel. 0522-977612, mail spaziogoccia@gmail.com



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu