Tragedia a Calendasco (Piacenza): quattro ventenni trovati morti in un’auto finita nel fiume Trebbia

vigili del fuoco sala operativa

Nella tarda mattinata di martedì 11 gennaio quattro persone di vent’anni – tre ragazzi e una ragazza – sono state trovate morte all’interno dell’abitacolo di un’auto inabissata per metà nelle acque del fiume Trebbia, in una zona isolata nei pressi delle località di Malpaga e Puglia di Calendasco, in provincia di Piacenza.

Il ritrovamento è stato reso possibile grazie alla segnalazione di un pescatore, che ha avvistato l’auto ribaltata lungo l’argine del corso d’acqua, in corrispondenza di un’ansa del fiume. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Piacenza – per estrarre i corpi, ormai senza vita, con l’aiuto di un mezzo anfibio – e i soccorritori del 118 con la Croce Rossa e l’auto medica.

Dei quattro occupanti del veicolo, che in precedenza avevano partecipato a una festa di compleanno, non si avevano più notizie dalla tarda serata di lunedì 10 gennaio, tanto che le famiglie ne avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri: l’ipotesi più probabile, al momento, è che si sia trattato di un incidente stradale avvenuto durante la notte, come dimostrerebbero le tracce impresse dalle ruote della macchina su un terreno adiacente al punto dell’argine in cui è avvenuto il ritrovamento. L’uscita di strada, secondo la prima ricostruzione dei fatti, potrebbe essere stata dovuta alla fitta nebbia, che ha causato una forte diminuzione della visibilità nella zona.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu