Silk-Faw a Gavassa, Eboli (Fratelli d’Italia): “Le opportunità di crescita superano le differenze politiche”

Marco Eboli Fratelli d’Italia

A inizio maggio Silk-Faw, la joint venture tra Silk EV (società internazionale di ingegneria e design automotive) e Faw (uno dei maggiori produttori automobilistici cinesi), ha annunciato che il nuovo sito produttivo di auto elettriche di alta gamma sarà realizzato nella frazione di Gavassa, nel territorio comunale di Reggio.

La novità “penso sia estremamente positiva per la nostra economia, per l’occupazione e per il ruolo della nostra città nella motor valley”, ha commentato l’ex consigliere comunale reggiano Marco Eboli, oggi portavoce cittadino di Fratelli d’Italia (specificando però che “questo è solo il mio parere personale, in quanto Fratelli d’Italia non ne ha ancora dibattuto e in consiglio comunale non ci sono io, che nel 2014 ho deciso di non ricandidarmi”.

“In attesa del piano industriale, non ancora noto, come delle altre possibili opportunità di sviluppo di altre aree, le Fiere ad esempio, la collaborazione con Unimore per la creazione di piani di studi legati allo sviluppo delle auto elettriche e non solo, è doveroso procedere con passo felpato, per valutare le cose realizzabili e quelle che appartengono alle suggestioni possibili”, ha sottolineato Eboli.

Anche la creazione di un’apposita uscita autostradale in corrispondenza della nuova fabbrica, “non appena tutto sarà più chiaro è una proposta da sostenere, avendo il precedente a Valsamoggia, per la Beghelli”, ha ricordato Eboli: “Quando ero presidente provinciale di Alleanza Nazionale e capogruppo in consiglio comunale votammo convintamente a favore della stazione Mediopadana e della creazione dell’Università, sfide che si sono dimostrate vincenti per la città. Certo, per quanto riguarda la stazione Mediopadana c’è da dire che se non ci fosse il piano di investimento dei privati per l’ampliamento dei parcheggi la nostra eccellenza non era stata adeguatamente valorizzata dal Comune”.

Secondo Eboli, dunque, “bisognerà proseguire ripristinando collegamenti con l’area vasta, per la quale la Mediopadana è nata, migliorare la capacità di accoglienza e i servizi. Nel mio giudizio, positivo, per tutte le opere che portano reale crescita per la città, pur comprendendo l’entusiasmo del sindaco lo invito a procedere centimetro per centimetro nella realizzazione dei vari progetti, ma con passo veloce, per recuperare il tempo perduto, in taluni casi. Quando sarà possibile conoscere il piano industriale della fabbrica di Gavassa per le auto elettriche lo presenti, prima ancora che in un convegno di prestigio, al consiglio comunale, che è il cuore della democrazia rappresentativa della città del Tricolore”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu