Parte da Reggio Emilia il ‘Giro d’Italia Handbike 2021’

hand_bike

Il Giro d’Italia Handbike 2021 prenderà il via il domenica 6 giugno con la Tappa di Reggio Emilia, organizzata dallo sportmaker nazionale Seo srl in collaborazione con la Asd Cooperatori e con il Comune di Reggio Emilia.

La tappa di Reggio Emilia era programmata per l’anno 2020 ed era stata ufficialmente presentata in Sala del Tricolore, poco prima del lockdown. Tutte le sette tappe del Giro 2020 sono poi state annullate, ma oggi, a distanza di oltre un anno, l’handbike riparte da Reggio Emilia per la gioia di tanti disabili che pososno ritrovarsi insieme a pedalare. Saranno 4 le tappe del Giro: Reggio Emilia, Milano Pioltello, Roccaraso e Assisi.

Nella nostra città, gli handbikers saranno impegnati su un circuito disegnato completamente in centro storico di poco più di quattro chilometri di lunghezza. Il regolamento della competizione prevede che per tutte le categorie la corsa abbia una durata di un’ora più un giro, ossia allo scoccare dei 60 minuti di gara, al passaggio del primo concorrente sulla linea di arrivo partirà per tutti l’ultimo giro. Partenza e arrivo della gara sono previsti in piazza della Vittoria, luogo nel quale, visti i grandi spazi a disposizione, saranno delimitate le aree riservate e poste in essere restrizioni e precauzioni previste dai protocolli federali Covid per le gare a carattere nazionale. La partenza è prevista per le ore 11.

INTERVENTI – “E’ con grande emozione ed entusiasmo che Reggio Emilia, la Città del Tricolore, si appresta ad accogliere la prima tappa del Giro Handbike 2021. Reggio Emilia farà da apripista, come prima tappa, alla manifestazione nazionale. Un evento questo che rappresenta non solo la ripartenza dello Sport, ma anche la ripartenza delle città le cui comunità a causa della pandemia sono diventate sempre più fragili – dice il sindaco Luca Vecchi – Riaprire le piazze alle competizioni sportive e in particolare ad una competizione paralimpica rappresenta un grande segnale di speranza e può essere d’esempio per aiutarci a continuare a costruire la comunità del futuro che sa riconoscersi nei valori dello sport, dell’inclusività e della promozione della città”.

“Il 6 giugno sarà una giornata speciale per Reggio Emilia e per lo Sport della nostra città: un abbraccio simbolico dei tantissimi atleti che parteciperanno e che attraversando il centro storico porteranno gioia, emozioni e passione sportiva, di cui sentivamo davvero il bisogno – dice l’assessore comunale a Educazione e Sport Raffaella Curioni – Un sentito ringraziamento alla Asd Cooperatori capace di essere una vera e propria “scuola di sport” rivolta ai cittadini, ai giovani, alle persone fragili e al mondo dell’educazione: una visione questa perfettamente allineata allo spirito del Piano strategico dello Sport presentato nei giorni scorsi dall’Amministrazione comunale e che ha l’ambizione di riportare lo Sport al centro delle politiche pubbliche cittadine. Un grande ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato per rendere questa manifestazione possibile perché è dall’impegno di tanti che nascono i progetti di valore come è certamente il Giro d’Italia Handbike. Un abbraccio, seppur virtuale, e un grande in bocca al lupo a tutte le atlete e gli atleti affinché possano affrontare al meglio la competizione e proseguire con il loro impegno nello sport che è esempio per tutti”.

“Lo sport si dimostra sempre più uno strumento straordinario di inclusione sociale delle persone con disabilità: da un lato permette ai più fragili di praticare attività “come” e, spesso, “con” tutte e tutti; dall’altro permette la visualizzazione di esempi virtuosi, sensibilizzando così l’intera comunità al tema della valorizzazione delle differenze. Una persona con disabilità che riesce a realizzare i propri desideri e a praticare le proprie passioni è, e deve essere considerata, una vittoria per tutta la collettività – dice l’assessore comunale alla Cultura e alle Pari opportunità con delega al progetto ‘città senza barriere’ Annalisa Rabitti – Il 6 giugno 2021 per Reggio Emilia sarà una giornata importante. Riuscire ad ospitare il Giro d’Italia Handbike, soprattutto in questo contesto caratterizzato da oltre un anno dall’emergenza Covid, è un segnale molto significativo di ripartenza. Avere la possibilità di accogliere una competizione così rilevante – che ci parla di sport e inclusione – può e deve essere un simbolo di come, con tanto coraggio, si possa reagire alle difficoltà. Grazie di cuore a tutti gli organizzatori – in particolare all’Asd Cooperatori, che svolge tantissime iniziative durante l’anno per sensibilizzare la comunità reggiana al tema dell’inclusione – che hanno scelto Reggio Emilia, la città senza barriere, come prima tappa di questo importante evento”.

“Iren sostiene il Giro d’Italia Handbike in segno di vicinanza al territorio e di prossimità alla città di Reggio Emilia – sottolinea il presidente di Iren Renato Boero – dalla cui centralissima piazza della Vittoria parte la prima tappa, segno di una ripartenza ideale dopo il terribile periodo della pandemia.”

IL PERCORSO – Il circuito si sviluppa su una distanza di quattro chilometri. Si parte da piazza della Vittoria proseguendo per corso Cairoli, via Mazzini, corso Garibaldi, piazza Roversi, via Ariosto, viale Monte Grappa, via Emilia San Pietro, piazza Tricolore, viale Piave, viale Isonzo, via Nobili, via Spallanzani, piazza Martiri del 7 luglio per tornare in piazza della Vittoria. Il circuito sarà completamente riservato agli handbikers e sarà luogo di gara esattamente per un’ora, trascorsa la quale scatterà l’ultimo giro. Il circuito è pressoché pianeggiante, con una sola minima salita fra via Nobili e via Spallanzani, poco prima di accedere al rettilineo di arrivo.

IL PROGRAMMA DELLA TAPPA REGGIANA – Domenica 6 Giugno alle ore 8.30 inizieranno in piazza della Vittoria le verifiche delle licenze, la consegna dei chip, dei numeri identificativi e dei pacchi gara.

Alle ore 9.30 è prevista la riunione tecnica il Comitato organizzatore, il direttore di Corsa, i Giudici ed i Responsabili delle Società iscritte.

Alle 10.30 si procederà alla chiusura delle strade e alle 11 il sindaco Luca Vecchi da Piazza della Vittoria darà il via alla gara. Poco prima della partenza il cielo di piazza della Vittoria si tingerà di Tricolore. La Pattuglia Tricolore della Top Gun Fly School di Reggio Emilia attraverserà lo spazio aereo del centro storico pochi istanti prima della partenza del Giro d’Italia Handbike 2021. La scia Tricolore rappresenterà il benvenuto nella Città del Tricolore e il miglior augurio per il via della stagione a tutti gli handbikers e ai loro accompagnatori.

Alle 12.30 circa è previsto il fine gara, anche se i primi concorrenti vedranno la bandiera a scacchi al termine dell’ultimo giro che scatterà poco dopo le 12.

Alle 13 nella grande area gialla di piazza della Vittoria verrà consegnato ad atleti ed addetti ai lavori il packed lunch e a seguire, presumibilmente non più tardi delle 14.30, andrà in scena la cerimonia di premiazioni preceduta dal taglio della forma di Parmigiano Reggiano con il casaro della latteria sociale di Villacurta e con gli addetti della Sezione di Reggio Emilia del Consorzio del Parmigiano Reggiano. Il taglio della forma sarà visibile a tutti sul grande schermo a led allestito in Piazza per favorire il distanziamento.

I NUMERI DELLA TAPPA – La gara prevede 5 categorie femminili e 5 categorie maschili per un totale di 120-140 handbikers al via. Il comitato organizzatore locale ha previsto la presenza di 120 volontari sul percorso che si uniranno agli 80 accompagnatori.

Per pacchi gara e cerimonia di premiazioni sono previste 500 bottiglie di Lambrusco Reggiano di Cantina Albinea Canali, 180 kg di Parmigiano Reggiano e 200 kg di Prosciutto di Parma. Quasi tutti i premi saranno infatti in prodotti tipici del territorio.

Gli atleti della Scuola Handbike Cooperatori al via

La Scuola Handbike della ASD Cooperatori vedrà al via della gara 8 atleti: Natalia Beliaeva (cat. WH1), Juliet Kaine (WH3), Luca Minghetti (MH2), Tadeo Bigi (MH3), Claudio Sorvillo (MH2), Silvano Casali (MH3), Mauro Nicoli (MH4) e Diego Negrini (MH0). Gli Handbikers William Bonvicini, Franca Cristofori e Gabriele Salsi hanno scelto di rendersi utili dietro le quinte dell’evento e saranno impegnati nel Quartier Tappa, nella Zona Arrivo ed in Area Premiazioni.

In avvicinamento alla Tappa gli stessi atleti disabili della Asd Cooperatori saranno impegnati quali Testimonial della nostra Città per la realizzazione di video e foto shooting promozionali, mirati ad invitare a Reggio Emilia i loro avversari.

A rappresentare Reggio ci saranno in gara anche gli atleti della Asd Olmedo.

La Tappa del Giro d’Italia Handbike sarà per la Asd Cooperatori l’occasione per ricordare il socio Eugenio Iotti, scomparso nel 2019, specialista dei percorsi delle gare amatoriali e ideatore della Granfondo Handbike. A lui saranno intitolati alcuni premi della gara.

“UNA HANDBIKE PER VOLARE”, PROGETTO DI CROWDFUNDING PER L’ATLETA REGGIANA NATALIA BELIAEVA – La vita ha riservato all’atleta reggiana Natalia Beliaeva una difficile ripartenza, dopo un traumatico incidente che l’ha fortemente limitata nelle sue capacità fisiche. Lo spirito e la determinazione da atleta non sono venuti a meno, ma per raggiungere determinati obiettivi servono anche mezzi all’avanguardia, alla pari degli avversari. Fino ad oggi Natalia si è allenata e ha partecipato alle gare con una handbike usata e adattata alle sue disabilità dai volontari della Asd Cooperatori, costretta a spingere un mezzo pesante e a cambiare marcia con il mento. Natalia sogna di poter pedalare con una nuova handbike, più performante, che lei non si può permettere, adatta alla sua tetraplegia, per poter vincere altre importanti sfide. Impegno e sacrificio a Natalia non sono mai mancati. Dopo aver vinto corse a tappe, oggi Natalia vorrebbe puntare alla maglia tricolore, alla partecipazione a gare internazionali e paralimpiche colmando il gap con le avversarie. Per questi obiettivi serve una handbike moderna e tecnologica che lei non si può permettere.

Per questo, in occasione della Tappa del Giro d’Italia Handbike la Asd Cooperatori lancia il progetto “Una handbike per volare” con il principale obiettivo di raccogliere 8 mila euro per acquistare un nuovo e performante mezzo a Natalia Beliaeva ed eventualmente, se le risorse raccolte lo permetteranno, aiutare anche altri disabili a dotarsi di una handbike per vivere l’emozione del “vento in faccia” alla pista Giannetto Cimurri di via Marro. Le offerte potranno essere da 5 a 500 euro con vari tipi di ricompensa, dalla semplice cartolina autografata al volo gratuito sulla città. La raccolta fondi è attiva sulla piattaforma di crowdfunding ideaginger.it

L’EVENTO IN DIRETTA – Dalle ore 10.45 alle ore 12.30 di domenica 6 giugno Bike Channel, partner della prima tappa, trasmetterà la diretta della gara dal centro storico di Reggio Emilia proponendo un salotto con ospiti e immagini live della tappa d’esordio dell’evento rosa. La diretta sarà visibile sul canale Digitale Terrestre DTV 259 (Hbbtv) e sul DTV 60 di Sportitalia, tasto rosso opzione BIKE di Hbbtv ed in simulcast sul sito bikechannel.it e sulla pagina Facebook (@bikechannelofficial), garantendo una copertura massiccia alla giornata.

Inoltre, Bike proporrà nei giorni precedenti alcune clip di avvicinamento all’evento.

La Tappa del Giro D’Italia Handbike di Reggio Emilia sarà trasmessa in diretta da piazza della Vittoria anche sui canali social e digitali di Giro Handbike e Asd Cooperatori contando sulla virale condivisione di handbikers, accompagnatori, appassionati e dei tanti addetti ai lavori.

SPONSOR – Ai partner nazionali del Giro d’Italia Handbike si affiancano anche diversi sostenitori della tappa reggiana. I più importanti sono Iren spa e Cantina Albinea Canali. La Asd Cooperatori annovera fra i propri partner istituzionali anche Conad, Foodness, Latteria Sociale Villacurta Parmigiano Reggiano, Pittori Cabassi, Eurolift Ascensori, Reggiana Gourmet, Servizi Sicurezza Italia, Named, GSG, Riunite e Fisiokinè.

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu