Nel 2021 in provincia di Reggio occupazione in ripresa, ma i livelli pre-pandemia sono ancora lontani

lavoratori industria occupazione lavoro

Unindustria Reggio Emilia ha analizzato i dati dell’Istat sul mercato del lavoro in provincia di Reggio nel 2021, rilevando segnali di miglioramento rispetto al 2020, anche se i livelli pre-pandemia sono ancora lontani.

Lo scorso anno il tasso di occupazione nel Reggiano è rimasto invariato, a quota 67,8%, mentre le persone occupate sono cresciute di 2.649 unità, di cui 1.887 uomini e 762 donne. I lavoratori indipendenti sono aumentati di 2.216 unità, mentre quelli dipendenti di 433 unità.

Il tasso di disoccupazione si è attestato a quota 5,1%, con un incremento dello 0,3% rispetto all’anno precedente. Sono risultate in aumento anche le persone in cerca di lavoro, che sono complessivamente 12.814 (980 in più rispetto al 2020): di queste 8.058 sono donne e 4.756 sono uomini.

L’analisi settoriale dell’associazione economica reggiana ha evidenziato un aumento di persone occupate nei servizi (109.584 lavoratori e lavoratrici, 3.655 in più rispetto all’anno precedente) e nelle costruzioni (14.162 addetti e addette, 1.729 in più in confronto al 2020); segno meno, invece, per l’industria (74.937 persone occupate, 3.349 in meno rispetto all’anno precedente) e per il commercio (30.158 addetti e addette, con un calo di 2.640 unità in confronto al 2020).



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu