Morto nel giorno del suo 80esimo compleanno Gigi Proietti, una vita tra cinema e teatro

gigi_proietti

E’ morto a Roma nel giorno dei suoi 80 anni Gigi Proietti, al secolo Luigi Proietti, che da diversi giorni era ricoverato in clinica, perché non si sentiva molto bene e stava facendo degli accertamenti per uno stato di affaticamento.

Le sue condizioni si sono aggravate nel tardo pomeriggio di domenica, in seguito a uno scompenso cardiaco. Alle 5.30 del 2 novembre, nel giorno del suo 80esimo compleanno, Proietti è morto. La causa non sarebbe il Covid, ma problemi cardiaci. La famiglia, fino all’ultimo, ha voluto mantenere il massimo riserbo riguardo alle sue condizioni di salute. “Nelle prime ore del mattino è venuto a mancare all’affetto della sua famiglia Gigi Proietti. Ne danno l’annuncio Sagitta, Susanna e Carlotta. Nelle prossime ore daremo comunicazione delle esequie”, annuncia la famiglia Proietti. Il ricovero in terapia intensiva L’attore, che già in passato ha sofferto di attacchi di cuore, era ricoverato da quindici giorni presso la clinica romana Villa Margherita. Si sentiva affaticato e per questo – e anche in vista dell’ottantesimo compleanno – si era sottoposto ad accertamenti. Nella giornata di domenica, però, Proietti ha avuto un attacco cardiaco e le sue condizioni sono peggiorate nella notte. Alle 5.30 del 2 novembre il suo cuore non ha più retto. Le sue parole: “Un uomo, non un intellettuale, che racconta l’allegria di allora, impastandola a quella di oggi. Ma senza nostalgia, per l’amor d’iddio. No, semmai con la gioia per un passato che la mente riscrive come vuole, come un sogno ricorrente che, negli anni, abbiamo imparato a controllare”, presentava così la sua vita Gigi Proietti. Ben 55 anni dei suoi 80 anni passati tra palcoscenici, set cinematografici e studi televisivi, Proietti ‘One man show’ era considerato da molti critici l’erede di Ettore Petrolini.

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu