Modena. Consiglio comunale dedicato alla figura di Marco Biagi

marco_biagi

Il Consiglio comunale di Modena straordinario dedicato alla figura di Marco Biagi a vent’anni dalla scomparsa può essere seguito dai cittadini anche in streaming, collegandosi al sito web dell’Amministrazione. Dall’indirizzo www.comune.modena.it/amministrazione/organi-di-governo/consiglio-comunale si accede infatti alla piattaforma digitale su cui sabato 19 marzo, a partire dalle 10, viene trasmessa la seduta, in programma nell’Auditorium della Fondazione universitaria intitolata al giuslavorista e con la partecipazione del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Nell’occasione, inoltre, il Consiglio comunale conferisce al professor Biagi la cittadinanza onoraria postuma.

La seduta prevede l’intervento introduttivo del presidente dell’Assemblea Fabio Poggi, seguito da un videomessaggio del presidente della Regione Stefano Bonaccini. Intervengono quindi il rettore di Unimore Carlo Adolfo Porro, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e il professor Enrico Traversa, docente a contratto dell’Università di Bologna, amico e collega di Biagi. L’intervento conclusivo, dopo il voto dei consiglieri sulla cittadinanza onoraria “post mortem”, è affidato al ministro Bianchi. È presente all’iniziativa anche Marina Orlandi Biagi, presidente della Fondazione Marco Biagi.

Oltre che in streaming, questo Consiglio straordinario può essere seguito anche in presenza, accedendo all’Auditorium con green pass rafforzato e mascherina. Prima dell’inizio della seduta, alle 9.30, è in programma la deposizione di una corona alla targa a ricordo del professor Biagi in largo Marco Biagi 10.

Marco Biagi è stato assassinato, mentre rientrava a casa a Bologna, la sera del 19 marzo del 2002 da un commando di terroristi appartenenti alle Nuove Brigate Rosse. A Modena insegnava Diritto del lavoro alla facoltà di Economia di Unimore. Consulente giuridico, con diversi incarichi governativi, è uno dei principali ispiratori della riforma del diritto del lavoro varata l’anno successivo alla sua morte.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu