Martedì primo giugno sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale indetto dai sindacati

autobus Seta Reggio strada

Le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti, Faisa-Cisal e Ugl-Fna hanno indetto per la giornata di martedì primo giugno uno sciopero nazionale di 24 ore dei lavoratori del trasporto pubblico locale. L’eventuale adesione alla mobilitazione da parte del personale di Seta, ha sottolineato l’azienda emiliana, “potrebbe dar luogo a disagi pregiudicando la regolarità del servizio”, con modalità differenti a seconda del bacino di riferimento.

Nel bacino provinciale modenese i servizi urbani (Modena, Carpi, Sassuolo) avranno il servizio garantito dalle 6.30 alle 8.30 e da mezzogiorno alle 16, con possibili astensioni nelle restanti fasce orarie; per quanto riguarda il servizio extraurbano, invece, il servizio sarà garantito dalle 6 alle 8.30 e da mezzogiorno alle 16.

Nel bacino provinciale di Reggio, sia per quanto riguarda il servizio urbano che quello extraurbano, saranno possibili astensioni dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 fino al termine del servizio.

Nel bacino provinciale di Piacenza, infine, il servizio urbano sarà garantito dalle 7 alle 10 e da mezzogiorno alle 15 (sono garantite le corse in partenza dai capolinea dalle 6.46 alle 9.45 e dalle 11.46 alle 14.45); per quanto riguarda il servizio extraurbano e suburbano, invece, il servizio sarà garantito fino alle 8.30 e da mezzogiorno alle 15 (sono garantite le corse in partenza dai capolinea fino alle 8 e dalle 11.30 alle 14.30).

Il servizio riprenderà regolarmente con le corse che inizieranno dopo il termine delle eventuali astensioni dal lavoro. Le corse garantite anche in caso di sciopero sono indicate nelle tabelle orarie presenti alle fermate e pubblicate nella sezione “Linee” del sito di Seta. Le informazioni in tempo reale sugli orari di passaggio dei bus sono disponibili anche via smartphone/tablet scaricando l’applicazione gratuita “Seta”, disponibile negli store online per iOS/Apple e Android; lo stesso servizio è accessibile anche attraverso la sezione “Quanto manca?” del sito di Seta. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare l’azienda al numero di telefono 840-000216 oppure via WhatsApp al numero 334-2194058.

A tre anni dalla scadenza del contratto collettivo nazionale di lavoro, e dopo gli scioperi dell’8 febbraio e del 26 marzo scorsi, “le associazioni datoriali, pur avendo ricevuto importanti risorse governative per affrontare e sostenere gli effetti della pandemia, persistono nel non voler arrivare al rinnovo del Ccnl e al conseguente miglioramento delle condizioni lavorative, normative e salariali”, hanno denunciato i sindacati.

“Siamo stati definiti anche noi tra gli eroi della pandemia”, hanno sottolineato Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti, Faisa-Cisal e Ugl-Fna: “In realtà non lo siamo mai stati: abbiamo continuato a lavorare facendo nel nostro piccolo sentire le persone meno sole, garantendo loro la continuità negli spostamenti. Non vogliamo un trattamento da eroi, pretendiamo dignità per il personale viaggiante e sicurezza per le persone che trasportiamo. La fase che ci attende richiede l’impegno e il contributo di ognuno di noi”.

A Reggio, in particolare, in occasione dello sciopero è stata convocata un’assemblea unitaria (con presidio) delle lavoratrici e dei lavoratori del settore per fare il punto sull’avanzamento della trattativa nazionale e di secondo livello: l’appuntamento è per martedì primo giugno dalle 9.30 alle 12.30 davanti al deposito di Seta in via del Chionso.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu