Ligonchio. Morto il 26enne elettricista dell’Enel soccorso a Carpineti

scaruffi_art

E’ morto Davide Scaruffi, 26 anni, operaio dell’Enel che domenica pomeriggio, dopo essere sceso da una scala dove era salito per un controllo di un palo della luce, si è accasciato al suolo nella zona del monte Valestra, a Carpineti. Subito apparso in condizioni molto critiche, il giovane è stato soccorso e trasportato all’ospedale Maggiore di Parma.

Davide Scaruffi, ex studente del Cattaneo – Dall’Aglio di Castelnuovo Monti abitava a Ligonchio assieme al papà, Sergio e alla madre, Ramona. Molto conosciuto nella zona, aveva giocato con il ruolo di portiere in diverse squadre che avevano disputato il torneo della Montagna.

Il cordoglio del sindaco del Ventasso Antonio Manari: “La Comunità di Ventasso è profondamente scossa e piange la precoce scomparsa di Davide Scaruffi. La notizia della morte di una persona è sempre un fatto doloroso, ma quando viene colpito un ragazzo come Davide, nel pieno della sua giovinezza, ci lascia un senso d’ingiustizia e rabbia che non trova pace, non ci sono parole di conforto. Ai genitori, Sergio e Ramona, e ai familiari va tutta la vicinanza mia personale, dell’Amministrazione, e dell’intera comunità”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu