Leghisti parmigiani a Pontida: qui rinasce un partito più forte

pontida

Stop bollette, flat tax, giustizia giusta, quota 41, autonomia e decreti sicurezza, sono le parole chiave per il governo del Paese che la Lega lancia dal pratone di Pontida a una settimana dal voto del 25 settembre.

Anche quest’anno, tra i centomila che hanno partecipato al raduno leghista, c’erano tanti parmigiani che hanno raggiunto Pontida con 3 pullman e numerose auto private.

Tra loro i parlamentari Laura Cavandoli, candidata nel collegio Uninominale della Camera, Maurizio Campari, candidato nel collegio plurinominale del Senato e Paola Zanichelli, segretaria della sezione di Parma, candidata nel collegio plurinominale della Camera.

“Ancora una volta Pontida ha ospitato una grande mobilitazione di popolo da tutte le regioni d’Italia – ha detto Campari – è un segno di forza, ma anche di fiducia e speranza che le elezioni del 25 settembre riportino la Lega è il Centrodestra alla guida del Paese”.

“I numerosi militanti e simpatizzanti parmigiani che hanno raggiunto Pontida – ha aggiunto la Zanichelli – testimoniano il radicamento della Lega nel nostro territorio e sono di buon auspicio per il voto di domenica. A Parma, come nel resto del Paese c’è richiesta di sicurezza e di attenzione ai bisogni delle persone”.

“Oggi sul pratone c’erano famiglie con bambini, lavoratori, imprenditori, pensionati, sindaci, amministratori e tantissimi giovani: l’Italia che non chiede alla politica chiacchiere e assistenzialismo, ma lavoro, città sicure, servizi adeguati, sostegno a chi ha veramente bisogno. La Lega è il partito dei territori, e porta la loro voce dentro le istituzioni” ha concluso Laura Cavandoli.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu