Festival Aperto, in Sala Verdi c’è “Nosferatu”

nosferstu 2

Festival Aperto è anche cinema con musica dal vivo. Domenica 30 ottobre, alle ore 18.00 alla Sala Verdi del Teatro Ariosto si potrà assistere alla proiezione di “Nosferatu”, uno dei capisaldi del cinema espressionista. Liberamente tratto dal romanzo Dracula di Bram Stoker, il celebre film di Wilhelm Friedrich Murnau del 1922 viene proiettato in una versione recentemente restaurata dalla cineteca di Bologna, con musiche originali eseguite dal vivo dall’Ensemble l’Arsenale e da Filippo Perocco, direttore e autore delle musiche.

“La musica non commenta e non descrive, ma si nutre dei sogni che vivono nei personaggi, impotenti e a volte buffi, per diventare un’immaginaria rappresentazione di chi vede, di chi suona, di chi ascolta – scrive Filippo Perocco – Gli elementi e i frammenti musicali, a volte presi a prestito dalla musica popolare, sono reiterati senza essere imprigionati nella funzione tipica del Leitmotiv. Sono concepiti invece come veicoli di una sensazione provata, di un’emozione suscitata, di un sogno persistente, con lo scopo di vivere un ascolto nella perseveranza del ricordo. Nosferatu come un lungo viaggio onirico”.

Festival Aperto Reggio Emilia “Saturno ha 80 lune”: dal 16 settembre al 19 novembre: concerti, performance, film, coreografie, installazioni, spettacoli, proposti da Fondazione I Teatri con Reggio Parma Festival per leggere il presente, con uno sguardo al futuro.

30 ottobre ore 18:00, Sala Verdi
“Nosferatu”

di Wilhelm Friedrich Murnau (1922, 90’) versione restaurata dalla Cineteca di Bologna

Musica di Filippo Perocco

Livia Rado soprano
Ilario Morciano sax
Carlo Siega chitarra elettrica
Igor Zobin fisarmonica
Roberto Durante pianoforte e synth
Filippo Perocco direttore

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu