Emergenza Coronavirus, a Reggio riaperto il bando per la richiesta dei buoni spesa

buono spesa alimentare

Da lunedì 28 dicembre il Comune di Reggio ha riaperto la possibilità per i cittadini di presentare la domanda per ottenere i buoni per le spese alimentari e per i beni di prima necessità, che saranno distribuiti ai nuclei familiari in difficoltà economica a causa dell’emergenza Coronavirus. I fondi statali stanziati per la città di Reggio sono pari a 908.218,94 euro.

È possibile richiedere il contributo esclusivamente online tramite l’identità digitale Spid, compilando il modulo presente sul sito del Comune entro le ore 13 del 13 gennaio 2021.

Possono richiedere i buoni spesa le persone e i nuclei familiari residenti nel comune di Reggio che, a prescindere dalla situazione reddituale e patrimoniale di partenza, sono stati fortemente penalizzati a causa dell’emergenza Covid-19. Il contributo sarà assegnato a nuclei familiari (anche mono-familiari) che abbiano subìto una perdita o l’azzeramento del reddito, come lavoratori precari, stagionali e a tempo determinato non confermato, anche già sostenuti dai servizi sociali o beneficiari di misure di sostegno statali alla povertà. La perdita del reddito dovrà essere riferita a misure adottate a seguito dell’inizio della pandemia di nuovo coronavirus, quindi da marzo 2020 in poi.

Sono invece escluse dalla concessione del beneficio le persone che già usufruiscono di altre misure di sostegno d’emergenza e ristoro economico, come ad esempio i lavoratori in cassa integrazione o le partite Iva, e i possessori (alla data del 30 novembre 2020) a nome proprio o di un altro componente del nucleo familiare di un patrimonio mobiliare (depositi bancari, postali e titoli finanziari) di importo complessivo superiore a 10.000 euro.

I buoni, che potranno essere utilizzati in questa fase di emergenza, sono disponibili in sei diversi valori: 100 euro (nucleo monopersonale), 150 euro (nuclei familiari di due persone), 200 euro (nuclei di tre persone), 250 euro (nuclei di quattro persone), 300 euro (nuclei di cinque persone) o 400 euro (nuclei di sei o più persone). Possono essere spesi per l’acquisto di generi alimentari o beni di prima necessità presso gli esercizi commerciali di vicinato e della grande distribuzione indicati in un apposito elenco comunale.

È possibile richiedere un solo contributo per ciascun nucleo familiare. Qualora il numero delle domande superasse il budget disponibile, potrà essere valutata una rimodulazione degli importi per garantire una copertura completa delle richieste. Al termine della procedura il Comune procederà a una verifica a campione delle autocertificazioni presentate.

Per informazioni sui requisisti è possibile contattare l’Urp del Comune: tel. 0522-456660 (il lunedì dalle 9.30 alle 13 e dal martedì al venerdì dalle 8.30 alle 13) oppure via mail, scrivendo a comune.informa@comune.re.it

Nell’ambito del fondo di solidarietà alimentare, inoltre, il Comune ha messo a disposizione 50mila euro per l’acquisto di beni per la distribuzione di pacchi alimentari destinati a persone in condizioni di criticità economica o per le quali non è possibile l’erogazione del buono spesa: una misura che va a rafforzare le azioni messe in atto già da anni in collaborazione con il terzo settore per le famiglie in difficoltà economica, a integrazione di altre misure di sostegno. A beneficiarne saranno cittadini non residenti ma domiciliati a Reggio per motivate ragioni familiari, di salute o lavoro, impossibilitati a rientrare alla propria residenza e in condizioni di criticità economica.

Per accedere a questa misura è possibile contattare i Poli cittadini di Servizio sociale, che valuteranno la situazione del nucleo familiare: tel. 0522-585472, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, oppure scrivendo via mail a appuntamentisportellosociale@comune.re.it



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu