Elezioni, M5S Reggio contro gli assessori candidati: “Bonvicini e De Franco con un piede in due scarpe”

municipio Comune di Reggio Emilia Spqr

A Reggio il Movimento 5 Stelle ha promesso battaglia in consiglio comunale contro il doppio “ruolo” di Carlotta Bonvicini (assessora alle politiche per la sostenibilità) e Lanfranco De Franco (assessore a casa e partecipazione), entrambi in carica dal 2019 e oggi anche candidati alle elezioni politiche del prossimo 25 settembre: la prima come capolista di Alleanza Verdi-Sinistra (la lista unitaria di Europa Verde e Sinistra Italiana) nel collegio plurinominale Emilia-Romagna P01 per la Camera, che comprende i territori di Reggio, Parma e Piacenza; il secondo come espressione del Pd nello stesso collegio plurinominale.

“Pur ricoprendo ruoli istituzionali, come appunto quello dell’assessore, pare non intendano mollare il ruolo all’interno del nostro Comune, nonostante siano in piena campagna elettorale”, ha attaccato la consigliera comunale pentastellata Paola Soragni.

“Certamente non è imposto loro dalla legge di rinunciare all’incarico”, ha ammesso Soragni, “o per lo meno all’indennità da assessore, come già avvenuto per l’ex assessore Tutino (nel 2018, partecipando alle elezioni politiche, aveva rinunciato a essere remunerato come assessore), ma pare oltremodo opportuno e decoroso rinunciare a un incarico rilevante come quello di assessore, o per lo meno alla relativa indennità, occupandosi in campagna elettorale di tutt’altro”.

“Si ritiene che gli assessori che ad oggi non si sono pronunciati in merito al loro ruolo istituzionale e alla relativa remunerazione debbano dare risposta ai cittadini sulle loro intenzioni”, ha concluso la consigliera Soragni: “Se non avverrà, al primo consiglio utile il Movimento 5 Stelle chiederà immediate spiegazioni”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu