Dal 7 gennaio nel bacino provinciale di Reggio torna in vigore l’orario scolastico del trasporto pubblico locale

autobus Seta

Dal 7 gennaio torna in vigore l’orario scolastico delle linee urbane ed extraurbane del trasporto pubblico nel bacino provinciale di Reggio: il servizio erogato dall’azienda Seta riprende quindi a circolare a pieno regime, dopo la riduzione effettuata nel periodo delle festività natalizie e di fine anno. L’elenco aggiornato degli orari di tutte le linee è disponibile sul sito di Seta.

Grazie alla disponibilità di risorse supplementari garantite dalla Regione Emilia-Romagna, sarà attivato fin da subito il potenziamento del servizio programmato dall’Agenzia per la mobilità, nonostante l’ultimo decreto legge del governo abbia spostato all’11 gennaio la data di ripresa della didattica in presenza per il 50% degli studenti degli istituti scolastici secondari di secondo grado (scuola superiore).

Nel bacino provinciale di Reggio dal 7 gennaio saranno complessivamente in circolazione 274 mezzi (185 sulle linee extraurbane e 89 sulle linee urbane), con un aumento sia rispetto ai 219 mezzi di inizio anno scolastico che ai 255 mezzi in servizio fino allo scorso mese di dicembre. Aumenteranno anche i km di servizio offerto: i precedenti 36.300 km giornalieri percorsi saliranno infatti fino a quota 41.000 km giornalieri.

I bus aggiuntivi sono stati reperiti presso operatori privati e sono stati abilitati a svolgere servizio di linea: pur non presentando la livrea aziendale di Seta, sono riconoscibili grazie ad appositi avvisi riportanti il numero della linea e/o la destinazione. È stato invece posticipato l’impiego di steward con funzioni anti-assembramento presso le principali fermate, una novità che grazie a uno specifico finanziamento della Provincia di Reggio sarà attivato dall’Agenzia per la mobilità con la ripresa effettiva delle lezioni in presenza.

Per quanto riguarda le regole di utilizzo, tutti i mezzi potranno circolare con una capienza massima pari al 50% dei posti disponibili indicati nel libretto di circolazione. Su ciascun mezzo la capienza consentita è evidenziata da appositi avvisi esposti in corrispondenza delle porte di salita e di discesa. Entro tali limiti è consentito il trasporto di passeggeri in piedi, anche sulle tratte extraurbane.

Per utilizzare il servizio è obbligatorio indossare la mascherina di protezione a copertura delle vie respiratorie (sia naso che bocca); è vietato l’utilizzo dei mezzi pubblici in presenza di sintomi influenzali o di infezioni respiratorie. Le stesse regole si applicano anche per accedere alle biglietterie e alle sale di attesa delle autostazioni. Sarà necessario inoltre mantenere un adeguato distanziamento interpersonale alle fermate e sui mezzi, evitando di accalcarsi in corrispondenza dell’ingresso e dell’uscita dei passeggeri, evitando contatti ravvicinati durante le operazioni di salita e di discesa.

Su tutti i mezzi urbani ed extraurbani la vendita di biglietti da parte degli autisti è sospesa: resta possibile, invece, l’acquisto del biglietto a bordo tramite le macchinette automatiche su tutti i bus del servizio urbano, oppure via app per smartphone.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu