Dal 15 giugno in tutta l’Emilia-Romagna scatta la fase di attenzione per gli incendi boschivi

pericolo_incendio_cartello_sign

Dal 15 giugno e fino al 12 settembre in tutto il territorio regionale dell’Emilia-Romagna scatta la fase di attenzione per gli incendi boschivi, a causa del rischio di innesco di focolai di incendio e della propagazione delle fiamme. Il provvedimento è stato firmato dal direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile Rita Nicolini dopo una riunione in videoconferenza alla quale hanno partecipato rappresentanti della direzione regionale dei Vigili del fuoco, del comando regionale dei Carabinieri forestali e di Arpae Emilia-Romagna.

La raccomandazione è quella di gestire con la massima cautela gli abbruciamenti di stoppie, legname e altri residui vegetali durante i lavori agricoli e forestali, effettuandoli solo nella prima parte della mattinata (i fuochi dovranno essere spenti entro le ore 11) e rimandando le operazioni in presenza di vento. In ogni caso, prima di procedere agli abbruciamenti, è obbligatorio darne comunicazione ai Vigili del fuoco al numero verde 800-841051.

Sul sito dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione civile dell’Emilia-Romagna è possibile consultare il bollettino di informazione ai cittadini. Dalla mezzanotte tra lunedì 14 e martedì 15 giugno e fino alla mezzanotte tra lunedì 28 e martedì 29 giugno sarà valido il bollettino numero 11/2021, corrispondente allo scenario di rischio medio (colore giallo) su tutto il territorio regionale, fatte salve eventuali ordinanze più restrittive e/o specifiche limitazioni emanate da singoli Comuni.

Altri numeri utili sono il 115, numero di soccorso del corpo nazionale dei Vigili del fuoco, e il 1515, numero dell’Arma dei Carabinieri (specialità forestale) per segnalare illeciti e comportamenti potenzialmente a rischio di causare incendi dei boschi.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu