Ausl Bologna: “Non è ancora allarme”

Paolo Bordon Ausl di Bologna

Il direttore generale dell’Ausl di Bologna Paolo Bordon, parlando a margine dell’inaugurazione della Casa della salute di Porto Saragozza a Bologna, ha messo in guardia sui dati più recenti relativi all’epidemia di nuovo coronavirus in Emilia-Romagna, che negli ultimi giorni stanno evidenziando un aumento – sebbene finora tutto sommato contenuto – dei casi di positività al virus Sars-Cov-2: “La curva è in salita, ma i numeri sono ancora fortunatamente bassi”.

“Non possiamo parlare di un vero e proprio allarme”, ha rassicurato Bordon, anche se “raccomandiamo sempre ai cittadini di mettere in pratica quello che abbiamo imparato in questo anno e mezzo”.

Sul fronte della prevenzione, ha aggiunto Bordon, “sappiamo che dobbiamo proseguire con lena e con velocità la campagna vaccinale, come abbiamo fatto negli scorsi mesi. La sfida si gioca lì, nell’adesione dei cittadini, di quelli che hanno ancora dei dubbi”. In Emilia-Romagna alla data del 9 luglio sono state oltre 4 milioni e 125mila le dosi di vaccino somministrate dall’inizio della campagna vaccinale, cifra che ha consentito finora di immunizzare completamente un milione e 616mila persone.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu