Chiediamo la pace per tutti i cittadini russi e ucraini di Reggio

ucraina23_new

A tutte le donne e agli uomini della comunità ucraina e russa di Reggio Emilia esprimiamo la nostra vicinanza e presenza.
Non cediamo alle sirene dei nazionalismi che propongono soluzioni facili, qualunque esse siano, perché non fanno altro che produrre divisioni, soprusi e violenza. Oggi c’è bisogno più che mai di solidarietà e sorellanza internazionale .

La notizia dell’attacco è terribile. Altrettanto doloroso fare il bilancio delle 14.000 vittime degli ultimi otto anni nel territorio del Donbass e a quelle che iniziano ad esserci in queste prime ore. Ogni conflitto porta con sé morte e distruzione, provoca sofferenza alle popolazioni, minaccia la convivenza tra le nazioni e incentiva una corsa al riarmo che destabilizza l’economia a livello globale e locale. Chi ne fa le spese sono donne, uomini, bambine e bambini privati anche dei beni primari. Le donne in particolare sono colpite dalla violenza sessista della guerra, che in molti, troppi casi le rende prede e bottino bellico, sommandosi alle violenze subite ogni giorno.

Voi donne ucraine e russe prima, e le vostre famiglie poi, siete diventate parte della nostra quotidianità, negli anni avete curato tante persone della nostra comunità, rafforzando il nostro sistema sociale e di welfare, si sono creati legami profondi. Tutto questo ci rende partecipi della sofferenza che vi accompagna da settimane e che ora è diventata enorme.

Insieme a voi e per voi stiamo scendendo nelle piazze per chiedere la cessazione di ogni conflitto.

Humans

Non una di meno Reggio Emilia

Donne in Nero

Città migrante

Ghirba



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu