Caso Saman. Rossi (Pd): sì al soggiorno a vittime violenza e costrizione matrimonio

andrea_rossi_pd

Scrive in una nota il deputato reggiano del Pd, Andrea Rossi: “Alla Camera dei deputati abbiamo approvato il primo via libera a una proposta di legge di iniziativa parlamentare che consente il rilascio agli stranieri del permesso di soggiorno per le vittime del reato di costrizione o induzione al matrimonio, disciplinato attraverso l’articolo 18 bis del testo unico sull’immigrazione.

Un intervento, quello odierno, che sicuramente ha trovato spazio anche con i recenti fatti di cronaca che hanno colpito la nostra comunità, mi riferisco in particolare alla giovane Saman Abbas della quale ancora oggi non si è fatta giustizia, dopo la sua scomparsa dall’abitazione di Novellara a maggio 2021.
Il permesso di soggiorno, che potrà essere rilasciato per motivi umanitari, durerà un anno e avrà la finalità di consentire di sottrarsi alla violenza in ambito domestico. Violenze che possono essere di natura fisica, sessuale, psicologica ed economica e che si verificano all’interno della famiglia o del nucleo familiare, inclusi i matrimoni forzati tra le situazioni da tutelare.

Una ulteriore risposta di protezione ai tanti casi che si stanno registrando nel nostro Paese, anche grazie alla maggior consapevolezza delle vittime di poter denunciare per uscire da situazioni di pericolo. Sono troppe le notizie di cronaca nera che coinvolgono in particolar modo ragazze giovani, spesso non ancora maggiorenni. Il caso di Saman Abbas ha sicuramente consentito al legislatore di poter accendere un ulteriore faro di riflessione rispetto a un tema che riguarda la qualità della nostra civiltà e della nostra democrazia”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu