Campovolo, ipotesi Ligabue senza pubblico

arena_ligabue

Il concerto ’30 anni in un giorno’ di Luciano Ligabue che era previsto per metà settembre al Campovolo di Reggio Emilia per l’inaugurazione dell’Rcf Arena Reggio Emilia è stato ufficialmente spostato al 2021. Ma già nel 2020, sempre nel mese di settembre, si sta valutando l’ipotesi di un concerto di Luciano Ligabue, ma senza pubblico. A dirlo è stato il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini durante un incontro online sul turismo in regione e sulle opportunità di rilancio dall’Ue, organizzato da Parlamento europeo in Italia e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Ue.

L’evento potrebbe inaugurare “la più grande arena di spettacoli dal vivo per dimensioni in Europa. E lì ogni anno ci potranno venire eventi che portano centinaia di migliaia di persone alla volta”. Intanto anche a Misano attorno ai due MotoGp si sta costruendo “un evento musicale straordinario”.

“Dopo l’Expo di Milano – ha detto Bonaccini – ci siamo inventati le manifatture come brand di attrattività turistica: Motor Valley, Food Valley, Wellness Valley. Adesso dobbiamo puntare sulla Music Valley”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu