Calcio. I giocatori del Bologna e la moglie di Mihajlovic negativi al tampone per il coronavirus

Sinisa Mihajlovic San Siro

Nonostante la positività riscontrata nell’allenatore Sinisa Mihajlovic, risultato contagiato dopo aver effettuato il tampone al suo rientro a Bologna dopo una vacanza in Sardegna, sono risultati tutti negativi i tamponi a cui sono stati sottoposti i giocatori del Bologna calcio, che lunedì 24 agosto si sono radunati a Casteldebole in vista del ritiro pre-campionato.

Negativa anche la moglie del tecnico serbo, Arianna Ramaccioni, che ha reso noto l’esito del test sui social: “Per tutti coloro che sono entrati in contatto con me: effettuato il tampone naso-faringeo con esito negativo”, ha scritto.

Mihajlovic, invece, pur essendo asintomatico resterà in isolamento per le prossime due settimane, come previsto dal protocollo nazionale in materia. Salterà dunque il ritiro della squadra, in programma dal 27 agosto al 5 settembre a Pinzolo, in provincia di Trento, mentre dovrebbe essere disponibile per la prima giornata del campionato di serie A 2020-2021, che prenderà il via il prossimo 19 settembre.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu